Autore Topic: Miami Beach Costa del Sol dell’America Orientale  (Letto 5495 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Ibleonet

  • Amministratore
  • *****
  • Post: 2306

Non esistono altri chilometri come questi lungo la costa americana: una magnifica distesa di sabbia e bassi fondali intiepiditi dalla corrente del golfo, oltre 800 edifici in stile art decò e alcuni degli hotel piu’ “snob” del paese, la vita notturna piu’ intrigante del nord america, la perfezione di un set televisivo e le pazzie e stranezze di un luogo unico nel suo genere, miracolato dagli uragani.

Miami Beach, è un’isola che corre parallela alla costa di Miami, lunga e stretta, collegata alla terra ferma da diverse strade chiamate Causeway.Dal clima mite tutto l’anno eccetto in estate quando diventa torrido e vi è il pericolo uragani.
 L’isola si suddivide in 5 distretti, ognuno con caratteristiche diverse ed attrazioni differenti, da provare e vedere.
Tra Miami e Miami Beach si forma cosi’ uno stretto braccio di mare, una baia, che ospita isolette dagli strani nomi, ricche di vegetazione e di ville di personaggi illustri, queste si possono vedere attraverso una lunga gita in barca nella baia.
Miami Beach, anticamente, prima di prendere questo nome, era Ocean Beach, un luogo di relax e spiagge dove gli abitanti della terra ferma arrivavano in barca e poi successivamente dal pontile sopraelevato per godersi le domeniche al sole, fare il bagno nel tiepido Oceano e rilassarsi al vento degli alisei. I 26 km di spiagge dell’isola hanno dato fama a questo luogo come la Costa del Sol dell’America Orientale.

I 5 distretti di Miami Beach:

South Beach: il cuore.
Tra la 5th e la 41th street c’è il distretto a cui l’isola è piu’ associata, qui’ hanno sede la maggior parte degli edifici art decò, le aree ricreative, le spiagge piu’ famose, i negozi piu’ trendy, i locali piu’ gettonati e il cuore della movida dell’intera Miami.
Qui’ a South Beach abbiamo i luoghi piu’ frequentati e le strade piu’ famose dell’isola: da Ocean Dr. A Collins Ave, da Lincoln Rd. A Espanola Way. Il quartiere viene definito come SoBe.

South of South Beach.
A sud della 5th street la zona ha subito considerevoli ristrutturazioni per includere nuovi edifici, cercando di mantenere stravaganza e mode.
Northern Miami Beach.
A nord della Julia Tuttle Causeway, ovvero la I195 c’è ad oggi un misto di sviluppi residenziali e commerciali, questi quartieri, lontani dall’essere alla moda, si affacciano comunque sull’Oceano e molte costruzioni sono vicine a spiagge bellissime. Da qui’ si arriva ai famosi centri commerciali di Bal Harbour




Port of Miami.
Dodge e Lummus Islands formano il piu’ grande e trafficato porto per navi da crociera del mondo: il porto di Miami. E’ possibile visitarlo attraversando la sopraelevata che parte da Biscayne Blvd vicino a Bayside Marketplace, a Miami. Di notte il porto che ospita le grandi navi da crociera è un’attrazione a se' con tanto di navi illuminate da sembrare casino’ di Las Vegas galleggianti. Dall’isola di Miami Beach si puo’ vedere il porto e spesso si avvistano le grandi navi che entrano o escono dal porto.




Palm, Hibiscus e Star Islands.
Guardando sul lato sinistro della MacArthur Causeway si possono notare tre isole con accessi “riservati”, sono Palm Island, Hibiscus Island e Star Island, ornate da lussuose ville, costeggiate da barche e yacht, con spiagge innaturalmente perfette.
Queste 3 isole artificiali sono comunità private, con dimore di personaggi noti, approdi per imbarcazioni e guardiani che possono limitare gli ingressi alle isole.


Le Causeway

5 strade sopraelevate (Causeway) collegano Miami all’isola e ogni strada fa approdare in un diverso quartiere. La sopraelevata piu’ trafficata e interessante è la MacArthur che salta la baia da DownTown Miami in direzione SoBe. Attraversando questa Causeway si passa davanti al Parrot Jungle, una voliera gigantesca piena di pennuti di tutto il mondo. Di fronte si trova il Children’s Museum che include gallerie, aule, centro risorse e un auditorum. Da questa causeway vi è l’accesso a Palm Island, si puo’ vedere il porto di Miami, Watson Island e il Japanese Garden.
Arrivati a Miami Beach vi ritroverete sulla 5th street, non distanti dal South Pointe Park, il parco piu’ a sud dell’isola.
La Venetian Causeway attraversa la baia passando per Biscayne Island, San Marco e San Marino Islands, Di Lido e Rivo Alto Islands, approdando su Dade Boulevard, vicino all’Holocaus Memorial.
Rimangono poi Julia Tuttle Causeway, NE 79th Street Causeway e Broad Causeway che approda all’altezza di Bal Harbour.


South Beach: light district



Nonostante Miami Beach sia piu’ importante di South Beach, nell’immaginario collettivo l’isola si identifica con questi pochi chilometri di costa stravagante, 40 isolati circa di luci al neon che di notte rendono il posto unico ed inimitabile. Qui’ a South Beach ci sono i luoghi piu’ importanti e famosi dell’isola, gli edifici piu’ particolari ed aerodinamici, boutique, spiagge di bianca sabbia, i luoghi da rivista e tutto cio’ che fa moda.
Il distretto straordinario di SoBe ospita molti omosessuali che qui’ hanno trovato un luogo ideale per vivere senza regole e senza remore, sottostando alle norme della buona condotta per vivere e mischiarsi in mezzo alla moltitudine di persone che si accalcano qui’ per vacanza o come abitanti fortunati.
Qui’ risiedono anche molti artisti e personaggi di spicco, i quartieri di SoBe si possono tranquillamente attraversare a piedi in quanto sono tutti da ammirare. Ocean Drive è senza dubbio la strada piu’ fotografata di SoBe, un lungomare pieno di palme, hotel in tinte pastello che di notte diventano attrazioni di luce sgargiante al neon colorati



Spesso popolata da gente di bell’aspetto, vacanzieri e anche chi si puo’ permettere di oziare dal mattino alla sera, gente ricca e famosa, che si sposta da un locale all’altro, da una spiaggia all’altra e da un negozio all’altro.
Nelle serate dei week end è quasi impossibile guidare su Ocean Dr. in quanto migliaia di persone si riversano qui’ per trascorrere le stravaganti serate movimentate ed allegre dell’isola. L’unico parcheggio conveniente della zona è quello tra la Trent e Washington Ave. Una volta arrivati in Ocean Dr. potete mangiare qualcosa in uno dei tanti bar o ristoranti della via che offrono posti esterni ed interni nonché pietanze stravaganti e classiche di ogni genere.
Una passeggiata lungo la via è d’obbligo e dopo aver ammirato le bellezze di questo posto illuminato e colorato, attraversate la strada verso il Lummus Park
ovvero la zona delle spiagge.



Qui’ troverete chilometri di spiaggia sabbiosa sorvegliata dai bagnini che stanno nelle tipiche casette colorate, troverete bagni privati appartenenti a hotel di spicco e posto libero per mettere il vostro telo mare. Per attraversare tutta SoBe a piedi, soffermandosi ad ammirare gli edifici piu’ noti e piu’ belli ci vogliono circa due ore, senza dubbio l’hotel piu’ famoso è il piccolo e ricercato Colony Hotel dove potrete anche solo mangiare qualcosa al bar sottostante,  Una delle migliori trattorie/bar di SoBe è senza dubbio il News Cafè  Il Larios on the Beach è il ristorante cubano piu’ “in” dell’isola, di proprieta’ della cantante Gloria Estefan.
Altro luogo di culto per le notti di SoBe è il Mango’s Tropical Cafè, un risto/disco/pub in stile cubano, coloratissimo e dalle cameriere molto appariscenti, qui’ si balla musica caraibica tutta la notte e anche di giorno!



Nei locali come il Mango’s non conviene certo andare a cenare dopo le 22:00 dove il locale si tramuta in una vera e propria discoteca stracolma di gente e quindi il servizio al tavolo potrebbe risultare un po’ insoddisfacente nonostante le pietanze succulente e le porzioni generose.
Un locale dove invece troverete un’eleganza regale è Escopazzo, mentre troverete movida da vendere al Mynt e Jazid.
Dalla 5th alla 15 th street, la parte della spiaggia e della passeggiata danno vita al Lummus Park, una zona pubblica ricreativa con bianche spiagge, luoghi organizzati, bassi fondali, verde pubblico e una promenade costeggiata da alte palme da cocco. Sulla promenade si puo’ riposare su una panchina osservando i campi da beach volley oppure utilizzare i famosi pattini in linea, acquistare del cocco fresco o partecipare ad una delle festicciole organizzate sulla spiaggia.


South Pointe Park.



Dislocato all’estremità sud dell’isola di Miami Beach, il distretto al di sotto della 5° strada ha da poco iniziato ad adeguarsi alla vita di SoBe. Il parco di 7 ettari è pero’ destinato alle famiglie, è un luogo di pace e riposo, dotato di una bella spiaggia, sentieri, zone erbose e una torre di osservazione sul mare e sulle navi da crociera che proprio da qui’ passano per entrare ed uscire dal porto di Miami.
In questo parco vi sono parchi gioco per bambini e aree da pic-nic, un molo frequentato dai pescatori, un anfiteatro e un bazar il venerdi’ sera. Le spiagge di South Pointe sono piu’ tranquille di quelle del Lummus Park e piu’ adatte per chi ha dei bambini. Ad est del parco vi sono le spiagge sabbiose che ospitano il famoso locale Nikki Beach mentre ad ovest troverete il Miami Beach Marina, un porticciolo per pochi e distinti.



Tour a piedi per l’Art Decò District.




Il distretto con piu’ edifici in stile Art Decò mai visto, il cui tour si puo’ effettuare a piedi per una durata media di 2/3 ore, circa 3/4 km partendo dal Park Central Hotel e terminando al The Hotel.
Presso l’Art Decò Welcome Center di Miami Beach, potrete trovare tutta la documentazione necessaria, cartine comprese, le guide, i tour organizzati e le audioguide per affrontare un tour del distretto. Questa struttura colorata e molto visibile si trova al 1001 di Ocean Dr. dalle forme geometriche e i colori sgargianti è il centro di supporto per turisti.
Se invece volete fare lo stesso tour da soli allora potete partire dal Park Central Hotel, al 630 di Ocean Dr., proseguendo troverete il mitico Colony hotel dagli interni stupefacenti e dopo il Waldorf Towers Hotel sito al 860 di Ocean Dr.
Nell’isolato successivo avremo il Break-Water Hotel’s che imita un tempio Maya e passando per l’Edison hotel arriveremo all’Art Deco’ Welcome Center. Proseguendo su Ocean Dr. arriveremo al Victor hotel dedito al cubismo e al puritano Leslie hotel, subito dopo il Carlyle e il bellissimo ed esuberante Crescent Hotel.
Svoltando verso l’interno all’altezza della 15th strada vi troverete in faccia il bianco e curvo Haddon Hall Hotel, proseguendo sulla Collins si arriva all’incrocio con la 13th strada e qui’ si svolta su Washington Ave. trovandosi davanti il Post Office, un raro esempio di Decò Federal.



Espanola Way.




Un piccolo ed elegante quartiere spagnoleggiante con edifici bassi e tinte pastello sul rosa e lilla, cortili illuminati, piante rampicanti sui muri, portali ad arco e stradine strette nel cuore di South Beach. Mentre i loft dei piani alti sono occupati da artisti, i locali al piano terra sono negozi, caffè, boutique e gallerie. Qui’, in questo piccolo e raccolto quartiere c’è l’unico ostello di South Beach da li, Al Capone gestiva i suoi circoli di giochi d’azzardo mentre negli anni piu’ recenti attori e personaggi noti hanno girato qui’ scene di film e video. Partendo dal Clay hotel e dal Cameo Theatre si puo’ esplorare questa via rinomata ed elegante di SoBe che da’ il meglio di se in serata quando si illumina di luci e colori tenui.
Espanola Way costituisce anche una fermata del bus Electrowave, l’unico bus che gira soltanto in Miami Beach mentre gli altri fanno la spola dalla città all’isola. Espanola Way è pedonale e qui’ si affollano i turisti di sera per cenare in uno dei tanti ed eleganti ristoranti in stile cubano, latino, italiano, spagnolo della via.
Qui’ musica e cocktail si fondono per dare vita a serate di festa di alto rango dopo una certa ora della notte, aprono i lunge bar e scorrono fiumi di Moijto.
In Espanola Way consiglio di cenare al Cafè Nuvo.


Lincoln Road Mall.




La via pedonale di Miami Beach, nel cuore di SoBe vide i natali come strada sterrata tra le mangrovie, oggi, è una delle vie di shopping e svago piu’ famose di tutta Miami.
Lincoln Road è una lunghissima strada costellata di negozi di ogni genere, gallerie, ristoranti, bar, fermate dei bus, fontane, teatri e palme reali. Qui’ si trova il Regal South Beach, il teatro dalle mura di vetro, il Lincoln Theatre che è sede della New World Symphony, Books & Books che è una leggendaria libreria che di tanto in tanto ospita discorsi di scrittori famosi e il Britto Central Art Gallery, con le opere famose di Romero Britto.
La via è frequentata dal mattino alla sera ma al calar del sole diventa un luogo di passeggiate, svago, ristorazione dove hanno sede i cafè piu’ famosi come il Van Dyke e il Nexxt.

Qui’ si fanno i migliori acquisti di souvenir, nei grandi centri Surf Style, le palme sono illuminate dal basso a ricreare un’atmosfera di divertimento elegante. In Lincoln Rd. troverete negozi di abiti, scarpe, borse, elettronica, musica, souvenir, cibo, supermercati, sigari, scuole di ballo e molo altro.



Musei d’Arte:
The Wolfsonian-Fiu Museum:




Museo che esamina le arti decorative e propagandistiche, sito in Washington Ave. all’incrocio con la 10th St. è chiuso il mercoledi’ ed ha l’ingresso a pagamento. Occupa un grande edificio di 7 piani in stile moresco, contiene opere che riflettono i cambiamenti culturali, politici e tecnologici che si diffusero in tutto il mondo prima della seconda guerra mondiale.
All’interno l’edificio è moderno, l’aria e l’umidità vengono calcolate con attenzione per non rovinare i manufatti, i libri, i volumi antichi e le tante opere esposte.


Bass Art Museum:



Posto al 2121 di Park Avenue, il museo è fatto in Keystone ovvero ruvida roccia grigia creata dallo sviluppo dei coralli nel tempo, questa pietra giace sotto la maggior parte della florida meridionale.
Il museo è il depositario delle belle arti nell’isola e tra le opere vi sono antichi dipinti ecclesiastici tra i piu’ pregiati del loro genere e alcuni immensi arazzi fiamminghi.
Jewish Museum & Holocaust Memorial.



Il Jewish Museum  è il museo che contiene l’archivio dedicato alla lunga e sfaccettata storia della popolazione ebraica in Florida, sito in un edificio art decò al 301 di Washington Ave.
Le grandi vetrate dipinte di colori accesi e scuri, filtrano la luce del sole che entra nel museo ed invade tutto di un color rosso/marrone, il corpo centrale della documentazione del museo è data dai documenti che testimoniano la vita ebraica nello stato della Florida.
Tra le opere del museo si vedono fotografie di famiglia, cimeli e porcellane ebraiche, toccanti documenti personali, insegne, abiti, e video che presentano la storia dei primi insediamenti ebraici in Florida.


Holocaust Memorial:



Miami Beach ospita uno dei gruppi piu’ estesi di sopravvissuti all’olocausto americano, per questo possiede un magnifico monumento commemorativo dedicato ai sei milioni di ebrei che morirono durante il periodo nazista.
Eretto nel 1990, il monumento è carico di simbolismo e ogni elemento rappresenta un aspetto dell’Olocausto, ad assicurare che le future generazioni non possano dimenticare quello che successe. Il monumento si trova al 1933-45 di Meridian Ave. tra la 19th strada e Dade Blvd., aperto tutti i giorni con ingresso gratuito, si vede gia’ da lontano grazie alla sua struttura eretta verso il cielo a forma di mano.  un lago, una galleria e la sezione centrale piu’ toccante con tutti i nomi degli ebrei morti incisi sulle nere pareti marmoree.
Il memoriale è costituito in prevalenza in pietre di Gerusalemme dal colore giallo/rosa, circondato da un laghetto che riflette sulle sue acque l’alto memoriale. L’aspetto impressionante è la grande mano di bronzo alta 13 metri, piu’ ci si avvicina e piu’ i piccoli dettagli prendono forma per creare un monumento interpretativo, tante piccole sagome in bronzo si accalcano sull’avambraccio in cerca di fuga, dalle espressioni terrorizzate e lancinanti.   Nel tunnel il soffitto si abbassa sempre piu’, lasciando entrare lame di luce dall’esterno, una musica corale di bambini che cantano si espande in tutto il memoriale a creare un’atmosfera di tristezza e commozione. Al fondo del tunnel si vede la luce dell’esterno e una sagoma contorta a terra in un gesto disperato di terrore, il tunnel è una delle parti piu’ suggestive del mausoleo L’avambraccio è avvolto da circa un centinaio di tormentate figure scolpite ed esaminando l’avambraccio si puo’ notare il numero di serie che ogni ebreo aveva tatuato sul proprio braccio.
Arrivando al muro si leggono i nomi delle vittime impressi in bianco su pietra nera.
Il memoriale all’Olocausto è un monumento imperdibile e toccante, gratuito al quale non si puo’ non far visita, la visita completa dura circa mezz’ora.

Le spiagge di Miami Beach:



Per nuotare è ideale la spiaggia di Surfside all’85th Street, per i pochi nudisti rimasti invece si puo’ andare all’Haulover Beach Park nelle Sunny Isles, spiagge Gay sono quelle intorno alla 12th street e le spiagge preferite dai cubani sono quelle del South Pointe.
A Crandon Park troverete le spiagge dei party e feste mentre le piu’ tranquille sono quelle del Matheson Hammock Park e all’altezza della 46th strada.
Miami Beach vanta le spiagge cittadine piu’ belle degli Stati Uniti, organizzate, pulite, curate, vaste, di sabbia e belle. Le spiagge piu’ affollate in alta stagione sono quelle di South Beach note anche come Glitter Beach.
Le spiagge invece piu’ indicate per Surf e Windsurf sono quelle a nord verso Haulover Beach Park o all’estremo sud dell’isola.