Autore Topic: PENSIONI: Il nuovo sistema contribuitivo Crescita degli accontonamenti  (Letto 998 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Ibleonet

  • Amministratore
  • *****
  • Post: 2306
Che cosa è il sistema contributivo.

Il sistema contributivo permette al lavoratore di accantonare ogni anno il 33% del proprio stipendio (con il corso dell’azienda nel caso di lavoratore dipendente, da solo – ma per una percentuale pari al 20% – nell’ipotesi di lavoratore autonomo). Gli importi accantonati produrranno degli interessi che verranno collegati allo sviluppo quinquennale del Pil della nazione, e all’inflazione.

La crescita degli accantonamenti.
Pertanto, con l’indicizzazione di cui sopra, maggiore sarà il tasso di inflazione rilevato dall’Istat, e maggiore sarà anche la rivalutazione dell’importo accantonato annualmente. Ancora, maggiore sarà il ritmo di crescita dell’economia nazionale, maggiore sarà l’apprezzamento dei versamenti compiuti sinergicamente dal datore di lavoro e dall’azienda.

Cosa accade al momento della pensione.
 Al termine del piano di contribuzione calcolato con il sistema di cui parliamo, il lavoratore avrà certamente messo da parte un montante, determinato dal capitale netto versato nel corso degli anni, e dagli interessi di rivalutazione. Al montante andrà applicato un coefficiente di conversione che cresce con l’aumentare dell’età anagrafica. Più tardi il lavoratore andrà in pensione, e maggiore sarà anche il montante convertito.

Il nostro parere.
 Il sistema contributivo ridurrà senza dubbio le iniquità sociali e di carriera. Basti pensare che l’attuale sistema previdenziale premia chi va in pensione con una qualifica molto elevata (poichè genera una rendita determinata sul calcolo dell’ultimo stipendio), penalizzando chi invece ha mantenuto una costanza di reddito nel corso degli anni.
 I punti all’oscuro della riforma sono tuttavia molteplici, ed è pertanto prematuro esprimere un giudizio positivo o negativo. Tra i tanti interrogativi: quale sarà la fascia di età pensionabile stabilita? Saranno ammessi i pensionamenti anticipati?