Autore Topic: LA SICILIA finanzia 96,7 milioni per la raccolta differenziata  (Letto 1123 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Ibleonet

  • Amministratore
  • *****
  • Post: 2306
Il Presidente della Regione siciliana Raffaele Lombardo, nella qualita’ di Commissario delegato, ha siglato questa mattina, su proposta del soggetto attuatore (l’ingegnere Domenico Michelon), il Programma per l’incremento del sistema impiantistico destinato alla frazione organica proveniente dalla raccolta differenziata dei rifiuti. Si tratta di un intervento strategico in Sicilia nel settore e consente la realizzazione di 19 impianti.

 
L’obiettivo del programma e’ “portare il dato della raccolta differenziata e del suo smaltimento a una media del 55 per cento, in ogni provincia siciliana”. Per la realizzazione del programma saranno impegnati 96,7 milioni di euro, somme che derivano dalle poste finanziarie generate dalla relativa Ordinanza di protezione civile e dalle risorse della programmazione comunitaria.
Quattrordici impianti verranno realizzati entro il 31 dicembre del 2012, mentre i restanti cinque dovranno essere completati entro la fine del 2013. Questa la distribuzione dei diciannove impianti nel territorio siciliano: 2 in provincia di Agrigento, 2 in provincia di Caltanissetta, 3 in provincia di Palermo, 2 in provincia di Enna, 2 in provincia di Ragusa, 3 in provincia di Catania, 2 in provincia di Siracusa, 2 in provincia di Messina e 1 in provincia di Trapani.
“Con questo programma – spiega il presidente della Regione, Lombardo – si interviene su alcuni dei principali nodi del ciclo dei rifiuti in Sicilia, ovvero sul reperimento degli impianti di trattamento finale della frazione organica, e di conseguenza sulla reale efficienza tecnico-economica della raccolta differenziata.
Ad oggi, non in tutte le provincie e’ presente un impianto di compostaggio e le volumetrie disponibili di trattamento sono appena sufficienti ad accogliere l’attuale produzione di rifiuto organico. L’incremento della raccolta differenziata si scontra, dunque, con la carenza di impianti di trattamento. Con questo programma si pone rimedio, intervenendo con nuovi impianti in tutte le province siciliane per far fronte all’attuale distribuzione geografica che penalizzava fortemente alcune aree della Regione”.
pm/sts