Autore Topic: PALAZZOLO ACREIDE:Il Sindaco Scibetta INDUCE cittadini a commetter reati penali  (Letto 1770 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Ibleonet

  • Amministratore
  • *****
  • Post: 2306
Il Sindaco Carlo Scibetta del comune di Palazzolo Acreide ha indotto Caligiore Salvatore(Caligiore non è un giornalista e non può ne intervistare autorità ne pubblicare poi le stesse interviste in un forum, risultante non essere una testata giornalistica)   a commettere i reati di stampa clandestina ed evasione fiscale, configurata attraverso la professione di giornalista abusivo, in nero, ma non, no profit.  rilasciando allo stesso Caligiore un intervista in sede istituzionale.

Seppur non si evince poi dal video intervista girato e pubblicato da Caligiore( nel suo forum non testata giornalistica ,con la formula della stampa clandestina ed esercizio abusivo della professione di giornalista)  se a parlare è il sindaco di Palazzolo o un  CLOCHARD,  indossa  uno strano pigiametto (e  forse anche le ciabatte) certo non abbiamo visto il Sindaco Scibetta, interfacciarsi con i suoi cittadini dalla sede istituzionale del comune di Palazzolo Acreide, vestire in giacca e cravatta, dimostrando il dovuto rispetto ai suoi concittadini.
Cittadini che hanno visto in video, a tratti vergognandosene  un bel pò, un Sindaco scialbo, mal vestito, mal pettinato,  rappresentarli in pigiama e ciabatte ,attraverso internet, nel mondo.



Una cosa è commentare, scrivere di un accaduto,in un forum, un altra è trasformarsi in un giornalista a tutti gli effetti ,intervistando le autorità  e pubblicando poi  le stesse  interviste, nel medesimo forum svolgendo di fatto a tutti gli effetti e con tutti i carismi  la professione abusiva di giornalista,  guadagnando illecitamente  in nero da giornalista abusivo, attraverso anche gli introiti  della pubblicità del suo sito, dove espleta la professione a tutti gli effetti.
Senza mai pagare le tasse, ne di settore riguardante la professione di giornalista, ne quelle per la pubblicazione di banner pubblicitari.
Evadendo il fisco totalmente.

Cominceremo a segnalare Caligiore anche alla Guardia di Finanza per evasione fiscale, (considerato che il Comandante Risino stazione CC Palazzolo Acreide tende a girarsi dall'altra parte quando si tratta di far chiarezza sull'operato illegale del Caligiore,)per lavoro in nero e speculativo alla Stato Italiano, visto che il suo sito Paraparlando la stampa clandestina è corredata di Banner pubblicitari e promozioni pubblicitarie occulte varie, tutte ovviamente senza mai rilasciare regolare fattura.

E continueremo a segnalare il Sindaco Scibetta per l'ennessimo suo illecito in procura.

Teniamo a precisare che l'amministrazione Scibetta non è proprio formata dai 4 ingenui sprovveduti,che arrotondano a fine mese, infangando intanto Palazzolo, l'amministrazione Scibetta  conta anche  un avvocato, che dovrebbe anche fungere da vice sindaco, l'Avv Sandalo, che a questo punto riteniamo o completamente ignorante in materia giuridica o complice dei misfatti del Sindaco.

Non si sa al Sindaco Scibetta cosa gli passi per la testa, quando rilascia un  intervista istituzionale, al Caligiore,  orgoglioso e fiero  simpatizzante della mafia !


Non si sa al Sindaco Scibetta  cosa gli passi per la testa quando induce lo stesso Caligiore nella stampa clandestina e nell'evasione fiscale di una professione svolta completamente in nero !


Non si sa al Sindaco  Scibetta cosa gli passi per la testa quando concede la sala consiliare del Comune di Palazzolo Acreide al Caligiore, simpatizzante reo confesso della mafia!


Che anche il Sindaco di Palazzolo Acreide subisca la fascinazione per la mafia?



Non ci sono dubbi sul Sindaco Scibetta è un promotore attivo di ogni forma di illegalità.
Non ci sono dubbi sul Sindaco Scibetta amico dei simpatizzanti della mafia , vuole solo buttare fango nel paese che governa.
Interessato da sempre solo a tener ben saldo il culo in quella poltrona tutto il resto poco importa e poco e nulla importa al Sindaco Scibetta se dovrà commettere ogni forma illecito, di illegalità,in nome di quella agognata poltrona, sono solo solo armi buone, per mantenerla quella poltrona, e poco conta se il Comune di Palazzolo Acreide, le sue aule consiliari sono state concesse da Scibetta,ai simpatizzanti della MAFIA,e poco importa la frequentazione pubblica del Scibetta, a palazzo comunale, con i  simpatizzanti della mafia  sono solo armi buone per mantenere il culo in quella poltrona.



Non ci sono dubbi sul Sindaco Scibetta è un sindaco fuorilegge.
Non ci sono dubbi sul Sindaco Scibetta è un sindaco che promuove nel territorio tutte le iniziative dei simpatizzanti della mafia.

E ancora ci chiediamo chi è quel politico, colluso con la mafia, che Caligiore sventola, trionfatore e orgoglioso dal suo sito, indisturbato da un Comandante Risino dei CC della stazione di Palazzolo Acreide, che da sempre osa girarsi dall'altra parte, quando si tratta d'indagare Caligiore, simpatizzante attivo della mafia,reo confesso pubblicamenente, nonostante le denunce sporte dei cittadini  a carico dello stesso Caligiore sulla sua scrivania.

E cominciamo a smettere dall'altra parte del ragionamento, a chiederci  le ragioni perchè, come mai, Caligiore nonostante denunciato nella caserma del Comandante Risino non sia mai stato indagato.

Ricordiamo di seguito alcuni tra i reati recidivi,del Caligiore, perpetrati quasi quotidianamente nello stesso  sito  e nelle stesse board che il Sindaco Scibetta sceglie da sempre per i suoi proclami, nonostante il comune di Palazzolo Acreide vanti un suo sito internet, per cui non necessiterebbero proclami annunci e video in nessun altro sito, proclami invece voluti  e compiuti da scibetta in persona in Paraparlando solo per confermare pubblicamente in vista delle prossime elezioni  un solida amicizia con i simpatizzanti della mafia.

alcuni tra  i reati che il comandante Risino stazione Carabinieri Palazzolo Acreide non ha mai indagato,al Caligiore, simpatizzante della mafia, nonostante le denunce sulla scrivania:

Violazione della privacy attraverso la pubblicazione di dati sensibili, quali foto ect....

Stampa clandestina


Da sempre il Caligiore pubblica articoli di cronaca giudiziaria illecitamente, in un forum non  testata giornalistica, in un forum che configura da sempre stampa clandestina, violando privacy e diritti dei detenuti.
Considerando che i cc di Palazzolo, di competenza nel territorio che hanno accolto le denunce da sempre sono rimasti voltati dall'altra parte nonostante le stesse  denunce a carico del sito di Caligiore e Tomasi, i cittadini per contrastare la recidiva della violazione della privacy  e far  così rivalere i diritti dei detenuti violati  dal sito illecito, hanno preso a stampare ed a inviare direttamente in carcere alle vittime  i topic pubblicati dai 2 soci del sito : Caligiore, ed Enrico Tomasi.
Presa conoscenza dell'illecito, subito, gli stessi detenuti ,attraverso i loro legali,  potranno se vorranno rivendicare i loro diritti.

Furto di identità agli enti mal capitati


Evasione fiscale
  il sito vive di introiti in nero derivati dalla pubblicita e promozioni  pubblicitarie  occulte.

Diffamazioni
Caligiore ama insultare  con degradante spocchia le donne nel sito pubblicamente,
complice il fotografo Enrico Tomasi, (che poi ama  anche portare in mostra schizzi confusionari digitali    titolandole alle donne) identificandole con nome e cognome, ed in  un  caso di fulminante  frustrazione,  dimostrata ed esternatata   verso le donne perdendo ogni forma di controllo di se stesso le ha chiamate ignobilmente Puttane.
Ma ovvio il  culmine della galoppante frustrazione,del Caligiore,  viene raggiunta dallo stesso solo quando con con Goduria indescrivibile, sadica ed indicibile  li identifica con nome e cognome.
Ci vuole così poco per rendere felice i 2 soci di Paraparlando, Salvatore Caligiore ed Enrico Tomasi, basta dare alle donne di delle puttane.

A noi ci piacciono di più gli uomini che sanno seguire il loro dna verso altri orientamenti, senza per questo disprezzare le donne ed il loro sesso femminile.

Bullismo
 Caligiore ama dare di delle Puttane alle donne identificandole con nomi e cognomi  pubblicamente..... e Tomasi sta a guardare e poi si fa la mostra dedicata alle donne.
A quando una mostra del Tomasi titolata a gay.


Fascinazione e simpatia ostentate per la MAFIA.

Caligiore dal suo sito con  estremo orgoglio ed infinita coglionaggine si dice favorevole, alla collusione della politica con la mafia. Riconosce nella mafia un indispensabile risorsa, per le pubbliche amministrazioni , schernendo pure con irriverenza  il  cittadino onesto che si scandalizza, per i politici in odor di mafia.



Omissione di denuncia
e conseguente complicità varie  ad una subcultura mafiosa palazzolese esistente nel territorio palazzolese scoperta  e portata alla luce, con goliardia, dallo stesso Caligiore, ma che lo stesso Caligiore proteggerebbe guardandosene bene dal denunciarli alle forze dell'ordine.

Per quanto la cronaca insegna da sempre oramai, che nessun mal capitato venuto a conoscenza  per fatalità di subculture mafiose, progetti ect della mafia poi venga risparmiato dalla ferocia disumana della mafia.
La stessa cronaca marca da sempre il concetto che chiunque dichiari l'esistenza nel territorio di tali organizzazioni malavitose pur vestendo adesso le nuove vesti del pentito è pur sempre stato un mafioso, quando non recita un falso ruolo è continua ad essere un attivista in seno a tal subcultura; un mafioso.