Autore Topic: PALAZZOLO ACREIDE : un cane subisce maltrattamenti per 4 ore i CC indifferenti  (Letto 1482 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Ibleonet

  • Amministratore
  • *****
  • Post: 2306
Questo pomeriggio a Palazzolo   un cane ha dovuto subire per 4 ore  maltrattamenti   e fa rabbia vedere che  poi a maltrattarlo insieme agli amici  è proprio quel padroncino a cui è stato  magari regalato, come ricompensa per la promozione scolastica o per il compleanno.

Come tutti i pomeriggi in via della Solidarietà, i ragazzi scendono a  giocare a pallone nel cortile interno che hanno adibito a campetto di calcio ( a parte che prima o poi qualcuno finisce in ospedale, una delle 2  porte di ferro o alias è visibilmente  divelta alla base ) oggi però si è assistito  con impotenza (si perchè se prendi a pedate nel culo i "cagnoli umani"  passi anche guai)a delle scene molto tristi e violente, che nulla hanno avuto a che vedere con la spensieratezza di una partitella di  caldio dopo i compiti tra gli amici del quartiere.

Tra il gruppetto di 15enni  radunato a giocare, ce n'era uno accompagnato da sul cane di media taglia. Cane che si è fatto da subito notare, da subito irriquieto, poi via via nervoso fino alla totale dannazione.
Il Cane era stato  legato con strafottenza ed incoscienza con 1 metro o poco più di  guinzaglio all'inferriata dello stesso muretto della  porta del campetto,  dove si era poi collocato come portire  il suo padrone.

Inutile adesso descrivere per chi c ha animali, per chi soprattutto li ama, quello che ha dovuto subite per 4 ore questo povero cagnolino, dal suo stesso padroncino.

Premesso che chiunque conosce, le abitudini dei cani, sa  che  amano follemente giocare a palla.
Un supplizio lungo 4 ore  per il cagnolino che si vedeva sempre rimbalzare a dx e a manca il pallone, ma lui legato per quanto si allungava per quel metro di guinzaglio concessagli, per quanto si strozzava cercando di liberarsi dallo stesso guinzaglio, per quanto abbaiava  dannato, senza tregua,cercando soccorso nell'indifferenza del suo stesso padrone, non riusciva  assolutamente a liberarsi da quel guinzaglio ed unirsi ai giochi col pallone.
L'unico modo che ha avuto il povero cane in 4 ore di prendere il pallone è stato solo quando gli sbatteva contro, prendendolo addosso. Un guaito acuto del cane  segnalava anche il dolore, ma il padrone sempre più indifferente perso nei suoi giochi a strafottersene.
Ma i buontemponi  del gruppetto avevano anche capito ciò che il cane stremato voleva comunicargli, così dulcis in fundo sono iniziate anche le finte.
Avvicinatesi un ragazzo del gruppetto al povero cane, col pallone  ha fatto una serie di finte, come a voler coinvolgere il cane lanciandogli il pallone,   ed il povero cane ancora a strozzarsi cercando di raggiungere il pallone e unirsi in gioco, non riuscendoci ovviamente per via del guinzaglio i ragazzi divertiti de la ridevano da matti.

E a questo punto  con un cane già stremato sopraggiungono i Carabinieri, inutile è stato per il povero cucciolo ancora dimenarsi, saltare, girare su stesso come un matto davanti ai Carabinieri, insensibili  i militari hanno girato tondo e sono andati via  senza mai scendere dalla macchina.






Nella foto si vede  che il cane non poggia completamente  le zampette posteriori  per terra, infatti non sta seduto come apparentemente  potrebbe sembrare, il  fotogramma lo ha catturato intanto che ancora una volta tenta esausto e stremato di liberarsi, strattonando  quel metro di guinzaglio, tutto sta volta in presenza dei Carabinieri.


In quest'altro fotogramma, (campetto) si vede la foga col quale i ragazzi scalciano il pallone.
Con la stessa foga il pallone  arrivava contro il povero cane, che essendo obbligato da un guinzaglio di poco o più di un metro, non riusciva e non poteva schivare le pallonate che poi regolarmente prendeva addosso.





Indubbiamente si sperava in un azione decisiva da parte dei Carabinieri di Stazione Palazzolo Acreide, si sperava che si facesse  sciogliere quel povero cane, e si chiedesse tantomeno al suo padrone di accompagnarlo a casa, se lui non era proprio in grado di prendersene cura .
Non tanto perchè c'è un preciso disegno di legge sulla tutela degli animali e sugli stessi maltrattamenti, (disegno di legge che i Carabinieri dovrebbero se non altro invitare a fare rispettare, piuttosto che soprassedere davanti a ad un cane stremato per maltrattamenti,) ma perchè si faceva fede nella sensibilità degli stessi Carabinieri davanti ad un cane impazzito letteralmente per via di quel guinzaglio troppo corto che lo limitava completamente.

Non dovrebbero essere tuttavia i cittadini a ricordare alle forze dell'ordine i disegni di legge,in merito ai maltrattamenti sugli animali, ma visto che il problema non è stato ne risolto ne lontamente affrontato dai Carabinieri di Palazzolo , il cane  sicuramente sarà trascinato e legato ancora dal suo padrone in quel cortile, prendendo a questo punto atto che non si può contare  sui Carabinieri di Palazzolo Acreide per fronteggiare i maltrattamenti a cui questo cane è indubbiamente destinato, non ci resta altro che girare un video e presentarlo in un altra  stazione dei Carabinieri, sperando che sia la volta buona .

Intanto per il prossimo Natale invitiamo i genitori a non regalare mai più  cuccioli di animali ai figli,optate per i  videogiochi, 50, 100, 1000, videogiochi,  si rovinaranno di certo anche il cervello, ma almeno non rovineranno quello di un povero cucciolo indifeso, legato ad un inferriata,destinato ad impazzire, costretto a strozzarsi cercando di sciogliersi, saltando, girando su se stesso come un forsennato in cerca della libertà, intanto che il padrone lo alternava  indiferrente e strafottente ad un altro gioco ed altri amici.
Perchè solo un gioco è quel cane per quel ragazzo, per quando gli amici di quartiere non possono scendere e resta solo.  











    

Offline Mimì Metallurgico

  • Utente normale
  • ***
  • Post: 150

Non dovrebbero essere tuttavia i cittadini a ricordare alle forze dell'ordine i disegni di legge,in merito ai maltrattamenti sugli animali, ma visto che il problema non è stato ne risolto ne lontamente affrontato dai Carabinieri di Palazzolo , il cane  sicuramente sarà trascinato e legato ancora dal suo padrone in quel cortile, prendendo a questo punto atto che non si può contare  sui Carabinieri di Palazzolo Acreide per fronteggiare i maltrattamenti a cui questo cane è indubbiamente destinato, non ci resta altro che girare un video e presentarlo in un altra  stazione dei Carabinieri, sperando che sia la volta buona .


Se accade ancora, perchè accadrà, il video girato con l'audio ovviamente, a mio avviso andrebbe inviato in procura, con nomi e cognomi(individuare due cagnoli umani in un quartiere non è mai stata un impresa per nessuno) dei 15enni visto che proprio bambini non sono ed è giusto che comincino ad imparare da giovani il rispetto per il prossimo, animali in corredo.
Con una nota aggiungere che se un indagine seguirà non si affidasse ai CC, di Palazzolo Acreide, visto che già prendendone visione dell'accadimento non hanno ritenuto necessario intervenire sui maltrattamenti subiti da un cane, anche in loro presenza.
Cita il disegno di legge ( i cani legati sono dichiarati di per sè già maltrattati, poi nello specifico era solo 1 metro il guinzaglio e lo si provocava anche  con la palla, giocattolo preferito di tutti i cani, per cui il cane era impossibilitato a raggiungere visto il metro di guinzaglio che lo privava completamente della libertà, oltre ovvio al male corporale delle pallonate a cui è stato esposto)

I genitori di quei ragazzi impareranno prestissimo  la differenza tra regalare ai figli  un giocattolo della  mattel o un cucciolo vivente di animale.
Una sanzione salatissima a buon render.