Autore Topic: Palazzolo Acreide: a chi brucia il fienile e a chi brucia il culo!  (Letto 1581 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Ibleonet

  • Amministratore
  • *****
  • Post: 2306
A Palazzolo Acreide accadano cose strane Ŕ non solo di notte .
A chi nella notte brucia il fienile, a chi tutto il giorno brucia il culo.
Saranno mica emorroidi o una trave troppo grande per quel pertugio delicato?

In Merito agli  strani incendi notturni ottobrini nelle campagne Palazzolesi  Salvatore Caligiore  potrebbe essere utile alle stesse indagini, di suo pugno scrisse rendendo manifesto di una subcultura mafiosa palazzolese.
Le modalitÓ in cui si Ŕ sviluppato l'incendio non escludono la natura dolosa, magari per mani di questa subcultura mafiosa  presente nel territorio, di cui Caligiore stesso scrisse la grave  minaccia  che pendeva nel Palazzolese.
Subcultura mafiosa che a dire del Caligiore, Palazzolo stessa  non era  purtroppo immune.
Alleghiamo la dichiarazione chock di Salvatore Caligiore .








Ignoranti come siamo solleviamo  da sempre il solito dubbio:
Come fa il Caligiore ad essere al corrente di una subcultura mafiosa nel territorio?
I mafiosi da mai lasciano trapelare le loro organizzazione nel tessuto sociale, chi denuncia progetti e faide solitamente sono stati o sono componenti delle stesse organizzazioni malavitose.

Caligiore come viene a conoscenza di tale subcultura mafiosa, rimanendo poi lui stesso incolume dopo aver preso atto di certe organizzazioni malavitose o subculture occulte operare indisturbati nel territorio?

PerchŔ lo stesso Caligiore non denunci˛ mai tale subcultura alle forze dell'ordine ?

Domande che sono destinate da subito a rimanere irrisolte.

Ma un dato lo abbiamo ben certo in tutta questa scabrosa vicenda, nessun estraneo alle subculture mafiose Ŕ mai sopravvissuto ad esse ,scoprendone seppur per fatalitÓ l'esistenza, nessuno che non sia  attivista o componente della stessa.