Autore Topic: I CC di Palazzolo A. non denunciano Totò Caligiore per procurato allarme.  (Letto 3729 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Ibleonet

  • Amministratore
  • *****
  • Post: 2306
Bella complicità( per altro da sempre esistente) tra Turuzzo Caligiore ed i Carabinieri della Stazione di Palazzolo Acreide.
Si può dire chiaramente adesso, che i Carabinieri di Palazzolo Acreide non si limitano semplicemente ad insabbiare i gravi reati di Turi Caligiore, ( Bullismo, fascinazione per la mafia,Diffamazione e Ingiuria mezzo stampa, Stampa clandestina, Esercizio abusivo della professione di giornalista ect....ect....ect...) nonostante le denunce a carico del Caligiore, ma bensi adesso si sono anche messi al suo servizio, Caligiore si può permettere forse per occultare una caldaia a gas nella sua proprietà( da un fuorilegge come Caligiore ci si aspetta tutto) di intimare il dietro front  ai funzionari  del gas per conto della Provincia Regionale  con la complicità della stazione dei Carabinieri di Palazzolo Acreide (testuale dichiarazione di Caligiore),funzionari  tenuti  rigorosamente per legge all'ispezione annuale delle caldaie a gas(al fine di riscontrare sia che non siano di origine non comunitaria  o peggio clandestine e che siano  a norma con  i controlli tecnici)

Già immagino la faccia mortificata di quel funzionario del gas , che ebbe la sventura di  bussare alla porta di Totò Caligiore,  svolgendo umilmente il suo lavoro e  non immaginando lontamente che  dietro quella massa informe di grasso, alto appena 1,50 cm, si celasse  un simpatizzante della mafia.(e chissà se è solo simpatizzante della mafia Totò Caligiore) Un simulato d'uomo  che delle leggi tutte ne ha fatto perfetto zerbino dei suoi piedi "ncritati"  di contadino irriverente,  che osa pubblicamente senza nessun tipo di vergogna o remore oltraggiare le donne chiamandole ripetutamente puttane.

Tanto anche se lo denunci i Carabinieri non gli fanno nulla!!!

Inutile per il povero funzionario è stato presentarsi con tanto di tesserino  e  la raccomandata di preavviso della visita stessa.

Il Caligiore per fare entrare qualcuno a casa sua ha bisogno di un mandato di perquisizione  firmato da un magistrato. Il suo atteggiamento  ricorda una scena del film "il capo dei capi" dove un boss mafioso negò l'accesso ad un funzionario Enel a casa sua senza un mandato  firmato dal magistrato.

Questi mafiosi, che sfidano tutti giorni la magistratura,che  cazzo hanno da nascondere dentro le loro case?
Un cittadino onesto, se riceve una raccomanda di preavviso di una visita di un Funzionario incaricato dalla Provincia per un controllo caldaia, in primis se teme probabili truffaldini chiama subito la provincia e chiede lumi, poi non avendo niente da nascondere  nella sua umile ed onesta dimora apre le porte al funzionario, lo segue nella visita, e finisce li.


Caligiore si beccherà adesso una bella sanzione, indubbiamente,oltre a ricevere visite intensificate e ancora più esose,  come prevede la normativa  le visite dei funzionari sono a carico dell'utente 80 eurini anche se sono in regola, (se la caldaia non la trovano non paghi)per chi rifiuta la visita di un funzionario, sanzione, accanimento  visite su visite tutte a carico dell'utente.
Nonostante il suo illecito rifiuto al funzionario ( immaginiamo non ne avesse neppure diritto di prendere questa decisione, la casa potrebbe essere della madre) purtroppo la vicenda non si chiude qui.

 Da perfetto fuorilegge, da ottimo simpatizzante della mafia induce gli altri cittadini a seguirlo nel suo percorso di fuorilegge, inducendo anche questi in sanzioni se si rifiutano di aprire la porta ai funzionari incaricati  della Provincia, dopo che gli stessi sono stati preavvisati per raccomandata.

Dal forum che gestisce Caligiore  urla forte:

Citazione
chi ha ricevuto visite simile è pregato di segnalarle ai carabinieri e in questo forum
 





E ci chiediamo basiti, perchè i Carabinieri dopo il procurato allarme e gli allarmismi procurati dal Caligiore, (per dei Funzionari della provincia intenti solo a svolgere il loro lavoro, ispezionare che le caldaie in primis non siano clandestine, poi che siano a norma e dulcis in fundo che vengano regolarmente manutenzionate)  non denunciano ancora il Caligiore?

Il procurato Allarme è un reato che va perseguito.
Come andrabbero perseguiti i 2000 reati di Caligiore, sempre freschi di giornata! Ma crediamo che fin tanto che il Comandante Risino resta a Palazzolo, non accadrà mai!


Ma la cosa che più ci lascia sgomenti e quella strana affinità, la complicità, il feeling, esistente tra i Carabinieri,pubblici ufficiali della legge, ed un pubblico fuorilegge; Caligiore:


Citazione
ho avvisato una pattuglia di carabinieri che ha confermato che la provincia può mandare ispezioni al massimo dove c'è una caldaia



-"Ho avvisato Una pattuglia"?

Cazzo è Caligiore, un comandante dei CC  che avvisa pattuglie?

Caligiore chiama direttamente le pattuglie, non la Caserma o il 112 , lui ha così tanta confidenza con i CC  che chiama direttamente le pattuglie. A dimostrazione di un amicizia intima esistente tra la giustizia locale ed il fuorilegge Caligiore,  forse la stessa che poi lascia i CC locali non denunciare, non indagare Totò Caligiore per suoi  i reati quotidiani, nonostante  le svariate denunce dei cittadini a carico del Caligiore.

L'unico modo per avvisare  una pattuglia dei Carabinieri è sintonizzarsi sulle loro frequenze radio o  avere i loro privatissimi numeri di Cellulare.

N.B Caligiore non chiamava o avvisava  un singolo  Carabiniere, ma un intera  pattuglia.

Come a dire che Caligiore ha tutti i numeri di Cellulare dei Carabinieri locali, E SE NE SERVE QUANDO GLI FA PIU' COMODO, ed un numero di Cellulare sappiamo bene che non si può reperire da nessuna parte, se non ti si da personalmente.

Tirando le somme Caligiore tutti i giorni recidivo di gravi reati.

Le denunce dei cittadini a carico del Caligiore vengono lasciate a prendere polvere in casema ( Ricordiamo che Caligiore è plurirecidivo di bullismo alle donnr, le chiama pubblicamenteputtane, nell'indifferenza dei CC)

Caligiore è in grado di avvisare le pattuglie dei Carabinieri.

Bha ! Che dobbiamo pensare non si sa!!!
Ognuno tragga le sue conclusioni!!!!


Per la seconda parte del proclama del Caligiore "
 chi ha ricevuto visite simile è pregato di segnalarle ai carabinieri e in questo forum" lasciamo rispondere ad Antonella,da youtube!


<a href="http://www.youtube.com/watch?v=3PXWcCcmSTY" target="_blank" class="aeva_link bbc_link new_win">http://www.youtube.com/watch?v=3PXWcCcmSTY</a>



Offline Ibleonet

  • Amministratore
  • *****
  • Post: 2306

Offline Piero mangali

  • Nuovo arrivato
  • *
  • Post: 21

Questi mafiosi, che sfidano tutti giorni la magistratura,che  cazzo hanno da nascondere dentro le loro case?
Un cittadino onesto, se riceve una raccomanda di preavviso di una visita di un Funzionario incaricato dalla Provincia per un controllo caldaia, in primis se teme probabili truffaldini chiama subito la provincia e chiede lumi, poi non avendo niente da nascondere  nella sua umile ed onesta dimora apre le porte al funzionario, lo segue nella visita, e finisce li.






E' Natale, ci sono i presepi allestiti nelle case di tutti i cattolici e non cattolici , c'è la neve sul presepe, magari un funzionario del gas seppur preavvisato da una raccomandata può essere scomodo in certe case.
Pensa alle neve sul presepe del Caligiore, apri e chiudi porte, controlla sù, controlla giù, un folata di vento potrebbe farla "scoprire" mal posizionata e volare via!

Pensa che ho letto in questi giorni che un pusher aveva nascosto un grosso quantitativo di cocaina, giusto nel presepe, dentro la grotta, a denunciarlo fu proprio un visitatore non messo in conto,alla fine rivelatasi scomodo  apri e chiudi porte, una corrente di vento e volò vià dal presepe  sia la cocaina sia il suo pusher!



Offline Mimì Metallurgico

  • Utente normale
  • ***
  • Post: 150
Messo e concesso che i Carabinieri avrebbero confermato che la Provincia può solo mandare Ispettori solo a chi detiene una caldaia a gas, dove attingono  gli stessi Carabiniere  questa importante informazione, quale  codice di quale legge, dove leggono i Carabinieri di Palazzolo che un Ispettore della provincia Regionale, che rappresenta giusto lo Stato, un ddl da eseguire, non può entrare a visionare le nostre a case, a tutela  della  nostra sicurezza !?

Mi piacerebbe sapere i Carabinieri di Palazzolo (se davvero hanno dichiarato tale aberrante anti-legge) dove hanno fatto il corso per diventare Carabinieri!!!

Possibile che i Carabinieri di Palazzolo sentenziano senza essere lontamente informati sui ddl della sicurezza del cittadino in materia di caldaie a gas?
Possibile che mettono in pericolo un intero paese solo perchè ignorano le leggi in materia?

I Carabinieri di Palazzolo se davvero hanno risposto in modo così aberrante, si rendono conto (speriamo) che troppo persone hanno installate in casa caldaie non a norma CE, le caldaie cinesi, per renderci conto,  pronte a scoppiare da un momento all'altro?
 E si rendono altrettanto conto che chi detiene una caldaia gas non a norma non lo denuncia di certo ?

Che devono fare gli Ispettori della Provincia Regionale nell'esecuzione  di un ddl fidarsi  delle ignare  assicurazioni di queste personcine che dichiarono di non possedere nessun tipo di caldaia a gas,devono fidarsi  perciò della loro parola ciecamente?


Come  fa  la Provincia, che rappresenta lo Stato in questa fase, a tutelarci dai pazzi che risparmiando 50 euro, mettono in pericolo un intero isolato acquistando in nero delle caldaie cinesi, bombe ad orologerie, se poi i Carabinieri di Palazzolo autorizzerebbero gli stessi cittadini a non fare entrare a casa un ispettore delegato dalla Provincia Regionale solo per tutelare la nostra vita!!!!!

I Carabinieri di Palazzolo, con le loro infelici dichiarazioni (se davvero tanto hanno osato dichiarare) fanno da garante alle dichiarazioni  di quanti come Totò Caligiore dichiarono di nn possedere nessuna caldaia a gas e contemporaneamente si rifiutano di farlo appurare agli stessi Iapettori????

Cari Carabinieri, se Caio  vuole  prendersi  una caldaia non a norma, dai Cinesi magari, perchè costa meno, poi  l'ha installa in una zona non visibile della casa, in garage magari e ci collega un bombolone gas e alla visita dell' Ispettore dichiara di non avere nessuna caldaia, quale metodo suggerite a questo punto per non essere coinvolti in un sicuro scoppio di una caldaia non a norma, per tutelarci, se chi detiene illegalmente la caldaia la nega e a dir vostro  così facendo l' Ispettore non deve visionare i locali?

Dobbiamo prendere per buona la vostra dichiarazione,(L'ispettore della Provincia può entrare a visionare  in casa solo se il cittadino dichiara di possedere una caldaia)  cari Carabinieri perciò  accettiamo le dichiarazione  verace o mendace (cmq non verificata)di chichessia  e lasciamo che gli Ispettori non entrino a visionare se le caldaie sono illegali, clandestine, non a norma ?!  E speriamo magari  che non scoppino mai?!


Io non so davvero che pensare certe volte dei Carabinieri di Palazzolo!!!!!
Davvero è aberrante, vedere come gli stessi Carabinieri creano ostruzionismo al corso della legalità!  Come certe disgrazie si potrebbero evitare e sono proprio i Carabinieri ad ostacolare la tutela dei cittadini.


Offline Piero mangali

  • Nuovo arrivato
  • *
  • Post: 21
Tra poco i Carabinieri di Palazzolo:

-"Scusi, la stiamo fermando perchè riteniamo che lei abbia sostanze stupefacenti e che sia dedito al loro spaccio, noi vorremmo contrastarlo!"

Il pusher:
- "No, ma chi io? Vi assicuro che nn ho con me nessun tipo di droga, potete fidarvi, ve lo sto assicurando io in persona!!!

I Carabinieri:
- "Ambhè allora tutto cambia!
 Noi sospettavamo di lei, pusher, ma se lei ci assicura che nn l ho è, bene, ci fidiamo di lei!
E ci scusi se l'abbiamo sospettata e  fermata, buon proseguimento!



Offline Ibleonet

  • Amministratore
  • *****
  • Post: 2306
Caligiore mi pare di capire che in una cosa sola sei bravo; a perpetrare reati!
Il Fornaio tutti i giorni sforna il pane caldo caldo, tu tutti i santi giorni sforni un reato caldo caldo!

Certo è che se c'era di dare di della puttana a qualche donna,saresti stato di una bravura compassionevole quanto inarrivabile!
Se c'era da slinguazzare la mafia idem!
Per il resto brancoli nel buio della tua santa gnurranza.

In materia di caldaie a gas, non chiamare le pattuglie dei Carabinieri, che a quanto pare ignorano più di te la materia.

Chiama i vigili del Fuoco, e non tanto perchè se ne nascondi una caldaia prima o poi ti farà il botto se è illegale, ma perchè dei ddl sicurezza, manutenzione, visite autorizzate degli Ispettori della Provincia sono loro competenti.

E nn chiamare i Vigili del Fuoco di Palazzolo ne il 115, l'ufficio di competenza è al comando di  Siracusa  e credo che la Provincia Regionale attraverso la diffida dell'Ispettore è proprio loro che potrebbero inviarti  a  casa per un controllo coattivo.

Solo che una volta che ti entrano a casa gli Ispettori dei Vigili del fuoco, non si limiteranno a cercarti la caldaia, in fase di diffida ti ispezioneranno  anche le spine e lampadine, soprattutto saranno irremovibili sull'impianto elettrico, se non è aggiornato a norma sono cazzi... poi  visto che hai la stufa a legna se non hai un piano di sicurezza, tipo una porta stagna...ect ect .....altri cazzi, e credo che la tua casa visto che è datata, qualcosa non a norma te la trovano e sarai obbligato a metterla a norma,entro 15gg  pena sigilli alla casa!

E sai chi mette i sigilli a casa? I Carabinieri !!!

Conviene sempre, fare entrare gli ispettori della Provincia Regionale, una diffida rappresenta sempre guai in vista, soprattutto se non si vive in una nuova costruzione.
Auguri .