Autore Topic: Canicattini: L'mministrazione comunale viola il codice della strada  (Letto 2227 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Ibleonet

  • Amministratore
  • *****
  • Post: 2306
L'amministrazione di Canicattini Bagni, che tanto premurosa è stata in tempi passati con tutta la zona montana, che tanto si è spesa vissuta e prodigata per la nostra incolumità fisica, installando il diabolico autovelox, (anche se più diabolico era  stato fissarne il limite di velocità a 50kmh) adesso con la messa in posa  in piena rotatoria(Maremonti) di  un vistoso e appariscente  banner pubblicitario che distrae inevitabilmente il guidatore,provocando incidenti , non è più preoccupata per la nostra incolumità fisica?
O da sempre la cara amministrazione comunale di Canicattini Bagni  è soltanto intenta  a fare cassa,con ogni  mezzo e mezzuccio a  disposizione?


Che peccato che  l'amministrazione Comunale di Canicattini Bagni, abbia già archiviato la dura battaglia combattutta  a denti stretti e col  dolce suono di eurini in sottofondo (proventi delle multe dell'autovelox)  la lotta impari che aveva ingaggiato strumentalizzando l'autovelox come atto dovuto  alla prevenzione degli incidenti stradali, nel suo territorio, in un tratto di strada dove nello storico degli incidenti sulla Maremonti, non se me  mai registrato uno, ma semmai, strategicamente posato, era utile solo  per infrazionare  tutta la zona montana, eludendo  dalla sua  posizione gli stessi  canicattinesi.
    
Che peccato che l'amministrazione comunale  nn si renda conto,che non viviamo in uno Stato anarchico,e che non si possono fare e disfare a proprio piacimento leggi personali ed interne al proprio territorio  ad uso e consumo locale .
Che peccato che non si renda conto  che vige un  preciso codice della stada, che disciplina  senza indugi  le intersezione rotatorie, anche quelle di Canicattini.

Qls pannello che nn sia segnaletica stradale  installato  nelle rotatorie è che distrae il guidatore fino a provocare incidenti stadali è  passibile di denunce e giusto risarcimento danni direttamente reclamate all'amministrazione che concede l'esposizione.

Il Codice della strada, che presumiamo resti valido anche a Canicattini è chiaro ed in merito nn lascia ne dubbi ne perplessioni
l’art. 51 del D.P.R. 495/1992 (Regolamento di esecuzione del Codice della Strada) vieta espressamente la collocazione di cartelli, delle insegne di esercizio e degli altri mezzi pubblicitari, in corrispondenza di intersezioni, anche se le medesime si trovano all’interno di centri abitati (vedi comma 4 dello stesso articolo combinato con il comma 3).
Nonchè quanto definito dal  Decreto Ministeriale del 19 aprile 2006, per effetto del quale anche  nel perimetro dell'intersezione  in prossimità di una rotatoria  è vietata   l'installazione o la messa in posa  di cartelli pubblicitari .

E uffa...e prima  è l'amministrazione comunale di Noto, che rompe le uova nel paniere all'amministrazione di Canicattini, di fatto la gallina delle uova d'oro chiamata autovelox è installata anche in territorio Netino quando ne rivendica giusti diritti ed eurini ......ed  ora nn si può battere Cassa installando banner sulle rotonde....
Boia faus, neh!!!!!
 i Vigili Urbani  alla luce dei "misfatti "odierni  sarebbero chiamati e obbligati  a svolgere il loro dovere, non siamo lontani è sempre lo stesso  codice della strada,che hanno impugnato per anni rivedicando il pagamento  delle multe,acquisite grazie all'autovelox, codice della strada che adesso li  obbliga all'immediata disinstallazione del banner illegittimo sulla rotatoria e conseguente sanzione.
Solo che appena l'azienda o il privato  installatore  del banner si vedrà arrivare l'amara sanzione non dovuta e peggio revocata la concessione,
farà peste e corna, rivendicherà diritti, danni e spese subite da una messa in opera di un banner pubblicitario, occupante uno spazio avuto legittimamente in concessione.

E va bene ci pensera come sempre un giudice ed un tribunale a fare giustizia
Si ma come pagherà l'amminisrazione comunale eventuale sentenza del  tribunale ed  eventuali risarcimento danni e oneri ?
Ma ovvio con i soldini dei contribuenti...perciò suvvia,  puntuali al secondo nel  pagar le tasse,   c'è  sempre qualcuno a cui l'amministrazione  deve risarcire  danni e soprattutto tutti i mesi c'è  sempre qualcuno di incompetente da stipendiare e  dall'altra parte dell'amministrazione ci sono sempre dei fessi che lavorano giorno e notte per poi vedere scialacquare i propri soldi,(chiamati poi tasse ) dagli aministratori, in decine e decine di cause a filotto,quasi sempre tutte perdute e  pumtualmente risarcite.
 E intanto li fuori , per le strade del paese buche killer uccidono decoro e dignità, quando non si assiste impotenti ad atti di vandalismo gratuito.
E a niente perciò è servito  pagar le tasse, se poi non si riesce proprio a fruire di un paese ben gestito,se non per il nobile scopo di togliere le castagne dal fuoco  ancora una volta agli amministratori, nuovamente condannati a risarcire gravi danni al mal capitato di turno.
Poi a sentir le motivazioni  degli amministratori,si subisce anche la beffa:allo stato attuale  mancherebbero i fondi per ripristinare il manto stradale e  aumentare l'organico degli stessi vigili urbani al fine di combattere il vandalismo.