Autore Topic: PALAZZOLO ACREIDE: CALIGIORE E TOMASI DENUNCIATI PER BULLISMO  (Letto 20315 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Ibleonet

  • Amministratore
  • *****
  • Post: 2306
Re: PALAZZOLO ACREIDE: CALIGIORE E TOMASI DENUNCIATI PER BULLISMO
« Risposta #15 il: 04 Dicembre 2011, 00:02:39 »
Buone Nuove. Le fogne degli Opg chiudono il 31 Marzo.
Semmai la Caligiore fosse finita in quell'inferno deve solo tenere duro ancora qualche mese e sarà liberata per sempre.
Potrà curarsi con dignità nel contesto di strutture sanitarie residenziali, soprattutto credo anche in Sicilia, vicino alla sua famiglia e se non sbaglio non ne sono certo, ma credo dovrebbe trattarsi di centri diurni (per pazienti  che non sono socialmente pericolosi) con la tutela della famiglia dove gli ex internati dovrebbero rientrare  la sera e condurre così un esistenza normale da persone malate in terapia.

Offline Ibleonet

  • Amministratore
  • *****
  • Post: 2306
Re: PALAZZOLO ACREIDE: CALIGIORE E TOMASI DENUNCIATI PER BULLISMO
« Risposta #16 il: 05 Dicembre 2011, 03:39:47 »
Rispetto all'indecorosa, irrispettosa, ignobile  citazione  di Paraparlando sugli opg,(per fare pubblico) c'è davvero poco d'aggiungere, se poi  la miseria umana non conosce limite.
Quando  non si riesce più a provare pietà per degli esseri umani, torturati fisicamente e psicologicamente, forse la differenza tra fameliche bestie ed esseri umani è  davvero poca quando non esistente.
Forse i veri infermi mentali, i veri soggetti pericolosi per il sociale vivono ancora  liberi e lontani da strutture sanitarie psichiatriche, forse chi costituisce davvero  minaccia per il sociale non è all'interno degli opg.  

Offline Ibleonet

  • Amministratore
  • *****
  • Post: 2306
Re: PALAZZOLO ACREIDE: CALIGIORE TORNA A CONFIGURARE ALTRO BULLISMO
« Risposta #17 il: 05 Dicembre 2011, 21:22:51 »

Appena  solo qualche giorno dopo, che Paraparlando si macchiasse di uno tra i più orribili reati, il bullismo, dando ancora per la seconda volta  di delle puttane e pazze alle donne, oggi,5 dicembre    Caligiore ritorna imperterrito nella recidiva oramai quasi quotidiana del Bullismo, dichiara instabili mentalmente delle persone, probabile che di mira abbia preso degli immigrati.


Nessuno a parte un tribunale, nessuno a parte dei magistrati si può permettere di  dichiarare instabile mentale nessuno.Si configura solo duro bullismo, prevaricazione, inaudita violenza verso sempre i deboli.

Il Caligiore autoelettosi a sommo Giudice, incide  una marcata  scriminatura degli immigrati :  da una parte ci confina gli  instabili mentali e dall'altra  gli stabili mentali, le due categorie entrambi  volute tali, cioè stabili o instabili mentali, dal sommo Giudice Caligiore, il bullo del quartiere.
Quanto ancora e quante ancora angherie si devono subire da Paraparlando e dai suoi 2 soci: Enrico Tomasi fotografo all'avanguardia e Salvatore Caligiore il contadino irriverente.

Altro file che sarà immagino  allegato alla querela per bullismo  appena sporta,a carico dei   2 soci di Paraparlando,i suddetti Tomasi e Caligiore.

Offline luca

  • Nuovo arrivato
  • *
  • Post: 22
Re: PALAZZOLO ACREIDE: CALIGIORE E TOMASI DENUNCIATI PER BULLISMO
« Risposta #18 il: 05 Dicembre 2011, 23:40:00 »
"Me la faccio ancora sotto perché ho paura
Per la società dei sani siamo sempre stati spazzatura
Puzza di piscio e segatura
Questa è malattia mentale e non esiste cura"!


Cantava così Cristicchi sfidando l'indifferenza, dell'Italia, il  paese civile dei 6 manicomi criminali sotto le mentite spoglie di un nome tecnico: OPG.


Se poi ci mettiamo anche i bulli ad infierire pesantemente suoi malati mentali, citandoli come fossero volgare  spazzatura, o come li definisce Caligiore "Mele Marce"  non so davvero se poi questa nostra società possa ancora vantarsi d'essere civile o civilizzata.


Concedetemelo, citare gli opg, o le malattie mentali a sproposito è solo sinonimo oltre che di cattivo gusto, di ignobile e gratuita cattiveria, per chi li subisce gli opg e per chi la sfortuna lo ha fatto ammalare mentalmente.



<a href="http://www.youtube.com/watch?v=-jPEuaLTPIc" target="_blank" class="aeva_link bbc_link new_win">http://www.youtube.com/watch?v=-jPEuaLTPIc</a>






Offline Mimì Metallurgico

  • Utente normale
  • ***
  • Post: 150
Re: PALAZZOLO ACREIDE: CALIGIORE E TOMASI DENUNCIATI PER BULLISMO
« Risposta #19 il: 06 Dicembre 2011, 03:31:39 »
Se posso dire la mia, credo che dietro il reato del  ban "bullo" si nasconda il contadino irriverente. E' solo una mia impressione, suggerita dallo stile della scrittura, dalla stessa cultura del Caligiore e dalla stessa  recidiva  in fatto di ingiurie e diffamazione, troppe volte firmata a paraparlando dall'atavico Caligiore.

Credo ma resta ancora un mio suppore, che il fotografo all'avanguardia Enrico Tomasi in questa vicenda (è da sempre) abbia avuto solo un ruolo inferiore, una figura passiva, un compiacente,  dedito all'autodistruzione della sua immagine, della sua dignità, del suo onore ostinandosi da sempre a non prendere le dovute distanze dal sito e dal Caligiore stesso.

Suppongo perciò, ma resta ancora una mia  personale tesi, che se il Tomasi  prenderebbe pubblicamente le dovute distanze dall'accaduto, e non certo rimanendo silente,come ancora passivamente sta facendo,  ma prendendo piuttosto la parola, in primis per scusarsi con le donne visto la gravità della vicenda (e considerando che resta  sempre il Co-amministratore di paraparlando,) poi per dissociarsi dal reato perpetrato da paraparlando, dichiarando apertamente che non è stato lui l'autore di tale scempio, ne mai ha concepito lontanamente simili declini morali e sociali nella sua vita.
Penso che si potrebbe scagionare da una condanna certa.
Perchè credo che chi li ha querelati non sia interessato a colpire eventualmente l'innocenza del Tomasi.
Ovvio che se non si dissocia pubblicamente dalla gravità del reato che comunque paraparlando ha configurato, il messaggio che passa è uno solo :"Complicità, Compiacenza, Condivisione"!

Era solo una mia riflessione e considerando la recidiva di Paraparlando di tutta un escalation di reati anche gravi, come la fascinazione per la mafia, forse è tempo che Tomasi reagisca, si dissoci o più tardi si prepari ad essere condannato.

Se posso permettermi, ricorderei al Tomasi che ha una figlia troppo piccola, forse non merita di essere condannata dal padre a vivere male nel pregiudizio di una piccola comunità , per una  condanna  gia annunciata per bullismo.

Del resto nasciamo liberi è dotati di una coscienza, perciò supponendo che la figura di Tomasi rivesta solo un ruolo passivo da compiacente, può decidere lo stesso Tomasi se proteggere la figlia dai pregiudizi di una comunità che bolla a vita o proteggere il Caligiore (da una vita oramai dedita all'illegalità) con il suo silenzio, con il suo non dissociarsi pubblicamente dallo stesso grave reato configurato e dallo stesso forum paraparlando.

Credo che nessuno voglia condannare innocenti, ma forse le scuse è giusto farle a prescindere visto il ruolo di spessore  che riveste Tomasi in Paraparlando, è un segnale di innocenza o compiacenza forse qualcuno lo aspetta ed è giusto darlo.



Offline Ibleonet

  • Amministratore
  • *****
  • Post: 2306
Re: PALAZZOLO ACREIDE: CALIGIORE E TOMASI DENUNCIATI PER BULLISMO
« Risposta #20 il: 06 Dicembre 2011, 08:51:12 »
Idem potrebbe fare il Caligiore. Potrebbe rivendicare il vil gesto pubblicamnte, come una iniziativa personale, estraniando dai fatti il Tomasi, perchè forse davvero lo stile della scrittura ha lasciato una sorta di firma digitale sull'autore di quel ban, "violento"!

Se il Caligiore ha sempre dimostrato gogliardia manifestando pubblicamente fascinazione per la mafia, o identificando con nomi e cognomi delle rumene per poi violentarle chiamandole puttane, credo che riesca anche a   dichiarare l'estraneità dei fatti del Tomasi   in questa vicenda che già promette dure sentenze.

Ma Caligiore non è mai stato una persona leale e non scagionerà mai il socio tomasi , piuttosto se lo porterà con se alla sbarre di un tribunale, magari  condividendo la pena lasciandolo condannare da innocente, se poi innocente è un uomo che non si dissocia pubblicamente da un reato che nessun giudice prenderà alla leggere, nell'epoca delle donne massacrate per mani di uomini frustrati, bulli, criminali.


Offline Piero mangali

  • Nuovo arrivato
  • *
  • Post: 21
Re: PALAZZOLO ACREIDE: CALIGIORE E TOMASI DENUNCIATI PER BULLISMO
« Risposta #21 il: 06 Dicembre 2011, 09:39:39 »
Avete notato anche voi l operato di  Caligiore dopo la querela? Come se non si rendesse conto della gravità del reato che ha commesso!
Peggio, come se non si rendesse conto pur avendome preso atto che ha configurato uno tra i peggiori reati esistenti.
Ma non tanto per goliardia, ma credo che davvero non si renda conto della spada di damocle che pende sulla sua testa. E come se vivesse in un mondo suo, come se non si connettesse con la realtà , diversamente non credo che andava ancor a citare malattie mentali, per altro per sua iniziativa, visto il trascorsi infelice citando un opg.

Tomasi invece con una certa logica è sparito dal sito, ha capito la drammaticità della vicenda e si tiene al momento lontano dal sito, o al meno non si logga. E perchè la sua ombra aleggerà di certo a Paraparlando.

Offline Ibleonet

  • Amministratore
  • *****
  • Post: 2306
Re: PALAZZOLO ACREIDE: CALIGIORE E TOMASI DENUNCIATI PER BULLISMO
« Risposta #22 il: 06 Dicembre 2011, 18:31:31 »
Avete notato anche voi l operato di  Caligiore dopo la querela? Come se non si rendesse conto della gravità del reato che ha commesso!
Peggio, come se non si rendesse conto pur avendome preso atto che ha configurato uno tra i peggiori reati esistenti.
Ma non tanto per goliardia, ma credo che davvero non si renda conto della spada di damocle che pende sulla sua testa. E come se vivesse in un mondo suo, come se non si connettesse con la realtà , diversamente non credo che andava ancor a citare malattie mentali, per altro per sua iniziativa, visto il trascorsi infelice citando un opg.

Tomasi invece con una certa logica è sparito dal sito, ha capito la drammaticità della vicenda e si tiene al momento lontano dal sito, o al meno non si logga. E perchè la sua ombra aleggerà di certo a Paraparlando.


Caligiore ha una convinzione che presto perderà.
Crede davvero di spaurire la magistratura con le sue dichiarazione pro-mafia e di farla ancora franca. Come è già successo anni fa che i 2 soci Caligiore e Tomasi venivano  denunciati nella caserma del Maresciallo Risino e stranamente Risino  lasciò prescrivere quella denuncia, che già annunciava bullismo, violazione della privacy dei ragazzini, in quella denuncia si chiedeva di attenzionare il sito, per dei strani movimenti che si erano rivelati.
Non sappiamo se Risino decise di mandare in prescrizione la stessa denuncia,  dopo aver letto della fascinazione che il Caligiore nutriva per la mafia o se dopo aver letto la rivelazione del Caligiore dell'esistenza di una subcultura mafiosa nel palazzolese, che il Caligiore stesso conosceva quasi ad essere un privileggiato, visto che la mafia gli infiltrati gli squaglia nell'acido da sempre risparmiando misteriosamente invece il Caligiore, che li avrebbe scoperti e/o annunciati pubblicamente dal loro sito.

Da allora il Caligiore commette quotidianamente e pubblicamente gravissimi reati, rimanendo oltre che impunito mai indagato.

Il Caligiore è arrivato ad identificare con nome e cognome delle donne e chiamarle pubblicamente puttane, nonostante diverse segnalazione alle forze dell'ordine locali, quel bullismo alle donne, che rappresenta una forma di potere nel territorio del Caligiore non è mai stato rimosso.

Il Caligiore adesso crede davvero di poter spaurire per sempre la giustizia e il suo corso, per evitare che ancora la denuncia a carico del Caligiore e del suo socio, nonostante la gravità venisse stranamente fatta ancora prescrivere dalle forze dell'ordine locali, si è convenuto citarli direttamente in giudizio.

Il Caligiore non è che non si rende conto della gravità dei fatti, crede solo di avere trovato la giusta chiave per farla sempre franca: la sua fascinazione per la mafia  che ha reso di pubblico dominio e quella subcultura mafiosa Palazzolese che lo risparmia da sempre nonostante lo stesso Caligiore l'abbia sgominata e pubblicamente come suddetto annunciata.


Offline Piero mangali

  • Nuovo arrivato
  • *
  • Post: 21
Re: PALAZZOLO ACREIDE: CALIGIORE E TOMASI DENUNCIATI PER BULLISMO
« Risposta #23 il: 06 Dicembre 2011, 18:47:33 »
Solo che il Tomasi rischia così tanto:
da fotografo all'avanguardia rischia di mutarsi in fotografo al retrogruardia.
Comunque sempre in zona resterebbe o avanti o di retro sempre alla guardia resterebbe.

Offline Ibleonet

  • Amministratore
  • *****
  • Post: 2306
STASERA A STRISCIA UN SERVIZIO SU UN OPG
« Risposta #24 il: 08 Dicembre 2011, 19:46:22 »
Questa sera nella fascia giornalistica-satirica di canale5  un servizio dedicato ad un opg .

Offline Ibleonet

  • Amministratore
  • *****
  • Post: 2306
Re: PALAZZOLO ACREIDE: CALIGIORE E TOMASI DENUNCIATI PER BULLISMO
« Risposta #25 il: 08 Dicembre 2011, 21:48:50 »
Il demo di striscia  preannunciava un servizio su un ospedale psichiatrico italiano.
Ed invece, dopo aver catalizzato l'attenzione (degli opg si attende che passi il ddl sulla loro chiusura)  di milioni di italiani che aspettavano il servizio, striscia ha mandato una robina riguardante un rudere di un ex ospedale psichiatrico.
Possibile che Striscia non sappia che attualmente in Italia ospedale psichiatrico sta per opg?
Possibile che una distrazione non abbia permesso la giusta presentazione del servizio: ex ospedale psichiatrico?

Cosa non si farebbe per fare impennare i dati di ascolto Auditel.

Offline Ibleonet

  • Amministratore
  • *****
  • Post: 2306
PALAZZOLO ACREIDE: CALIGIORE E TOMASI LECCANO IL Cu.. ALLA MAFIA
« Risposta #26 il: 09 Dicembre 2011, 15:40:03 »
Intanto è rientrato Tomasi. Ogni dubbio perciò è stato fugato, Tomasi compiacente se non lo stesso scrivente del pesante bullismo appena perpetrato dal loro stesso sito, merita insieme al suo collega e socio Caligiore una condanna esemplare.
Se un segnale si aspettava dal Tomasi è arrivato oggi: condivide la filosofia del Caligiore nel suo forum non vuole pazze puttane e troie (e speriamo che tra le pazze puttane e troie il Tomasi non abbia incluso anche la figlia Emma).

Caligiore e Tomasi non saranno ne i primi ne gli ultimi bulli che subiranno un processo ed una condanna, ma di sicuro sono tra i recidivi con la convinzione di avere qualche strano potere in mano, o qualche amico con questo devastante potere in mano che può salvarli eternamente.

Al Caligiore ieri e al Tomasi oggi, crede che sia necessario intimorire (chi combatte da sempre il bullismo) con una semplice dichiarazione dell'esistenza di una subcultura mafiosa nel palazzolese, quasi dichiarata come scudo contro chi vorrebbe contrastarli.
E per dare ulteriore  consistenza alla dichiarazione una bella   leccatina   al cu... della mafia ed ai mafiosi dichiarando e condividendo  con goliardia la fascinazione della politica collusa con la mafia.

Continui Tomasi a leccare pure  il cu... alla mafia,  che neanche un toto riina la potrebbe salvare dal processo che dovrà subire per bullismo non solo attuale ma anche pregresso.

Chi ha dimenticato il bullismo che per anni ha infertito ai ragazzini palazzolesi ,arrestati perchè trovati con  2 grammi di marijuana in più del consentito, pubblicando abusivamente ed illegalmente le loro foto e disegnandoli come brutali delinquenti che proprio lei voleva redimere, lei Tomasi che intanto leccava il cu... alla mafia, e poco importa se passivamente.

Caro Tomasi Caro Caligiore, dichiarate ancora è urlatelo anche in piazza che conoscete una cellula mafiosa nel palazzolese,  magari qualche spaventapasseri in divisa si cagherà sotto, altri non si fermeranno comunque  fin tanto che non la vedranno condannata insieme al socio Caligiore.

Offline Piero mangali

  • Nuovo arrivato
  • *
  • Post: 21
Re: PALAZZOLO ACREIDE: CALIGIORE E TOMASI DENUNCIATI PER BULLISMO
« Risposta #27 il: 09 Dicembre 2011, 16:40:31 »
Si credo che i vecchi servizi sui ragazzi Palazzolesi arrestati potrebbe rientrare anche nel reato di Bullismo.
Prima che Ibleonet bloccasse il fenomeno della violazione della privacy dei Palazzolesi, confiugurata da sempre  nel sito Paraparlando, era il Tomasi in persona a diffondere foto segnaletiche dei ragazzini arrestati perchè li riteneva socialmente pericolosi.
Come se un un piccolo spacciatore di quaertiere andasse a fare il porta a porta per vendere spinelli. In realtà sono i consumatori di cannabis che cercano e trovano gli spacciatori.

Accadde che arrestarono e poi internarono in Opg Maria Caligiore, zia dello stesso Salvo Caligiore . Ne Tomasi ne Caligiore ne fecero parola su paraparlando e peggio non pubblicarono mai nessuna foto della Caligiore appena arrestata/internata per omicidio dell'anziano 82enne Calleri.

Era o non era la Caligiore socialmente pericolosa?
Perchè Tomasi non ne fece parola e non ne pubblicò foto nella sua rubrica illegale e  di cronaca giudiziaria?

Mi pare ovvio, "A famigghia" non si tocca e si protegge.
Se non è questo bullismo che infertivano ai ragazzi Palazzolesi COME SI PUò CHIAMARE?

Un servizio equo di segnalazione di persone arrestate (seppur illegale) non è mai stato, perciò solo bullismo a discapito dei ragazzini Palazzolesi, se poi una pericolosa assassina, Maria  la zia del Caligiore di paraparlando, non veniva mai citata nel loro sito.






Offline Mimì Metallurgico

  • Utente normale
  • ***
  • Post: 150
Re: PALAZZOLO ACREIDE: CALIGIORE E TOMASI DENUNCIATI PER BULLISMO
« Risposta #28 il: 10 Dicembre 2011, 02:06:07 »
Credo che l'assurdo comportamento del Tomasi si possa poi paragonare al giocatore d'azzardo, che nonostante continui a perdere rilancia di più con la speranza viva di riprendersi la fortuna perduta, contiuando invece ancora a perdere e rovinandosi ulteriolmente.

Mettici dentro del folle orgoglio e avrai un uomo che dovrà rispondere in tribunale di gravissimi reati, che se non avesse subìto l'amicizia manipolatrice del Caligiore lontamente avrebbe affrontato.

Purtroppo per Tomasi, quando prenderà atto che chi và con zoppi finisce col zoppicare sarà tardi un bel pò.

Credo che gli unici esseri viventi che potrebbero condividere ed essere solidale con Tomasi attualmente siano i kamikaze, anche loro buttano via la loro vita, per tenere fede ad un eco autodistruttivo

Tomasi, come a pochi accusati di gravi reati capita, gli è stata data la chance di tirarsi fuori da una serie di accuse, reati, tutti documentati di sicura e facile condanna.
In tutta risposta ha scelto di condividere l'ennessimo reato di Paraparlando...continuando a sostenere lo stesso sito a scapito della sua stessa fedina penale. Orgoglio o ha rilanciato?


Le cattive compagnie a lungo andare ti trascinano dentro il loro fango, i loro danni, i loro misfatti, fino a renderti la loro fotocopia. Da sempre sono abili manipolatori soprattutto con chi è fragile, frustrato e  non ha carattere.
Ecco perchè non bisogna mai sottovalutare una cattiva compagnia, nonostante possa essere anagraficamente più piccola di noi, difficile gestire e redimere chi i reati li commette al luce del giorno, con consapevolezza, in segno di sfida alla giustizia.
  A forza di frequentare quel  loro mondo illegale, riescono a farlo apparire ai loro frequentatori , solitamente gente debole, un mondo diverso, di rivalsa, quasi speciale, dove i forti/bulli sopravvivono e dettono leggi a tutti, soprattutto alle forze dell'ordine.

Dove si può ottenere tutto e subito.
Dove tutti devono sottomettersi alla loro dittatura o scatta il bullismo pubblico, o si tirano fuori amicizie potenti, subculture mafiose ect. in segno di dominio, di minaccia per il sociale se non ci si sottomette alle loro ignobili volontà.
Dove per esercitare una professione non serve iscriversi negli appositi Albi e conseguire le relative licenze, si può fare senza.
Dove una denuncia a proprio carico,per gravi reati, non fa paura perchè non ha paura da mai della giustizia chi la sfida tutti i giorni, con anarchia totale.



Riflessione: se il Caligiore non venisse immediatamente fermato con delle ferree querele e citazioni a giudizio cosa accadrebbe a Palazzolo se facesse proseliti nel tempo?
Tutte le donne subirebbero pubblicamente insulti, ingiurie, bullismo?
i ragazzi professerebbero abusivamente?
i ragazzi verrebbero convinti che la mafia è cosa giusta e bella, se poi finanzia il concertone di un cantante di grosso calibro, che una piccola amministrazione comunale non potrebbe mai permettersi?

Se Caligiore è riuscito a trascinarsi dentro, un 50enne,rendendolo zombie e complice passivo di tutti i suoi reati, non riuscirebbe se non fermato in tempo a crearsi una banda di bulli? Non riuscirebbe a riunire un manipolo di sbandati, su cui esercitare la sua fame di potere?

Forse è un rischio che non vogliamo assolutamente correre e va fermato subito!

Mi spiace molto per Tomasi, per aversi fatto trascinare dentro un reato così grande, così insostenibile per una persona onesta che prova rispetto per le donne.
Speriamo che Tomasi  processato per aver seguito, accettato, approvato, condiviso un fuorileggee tutti suoi ignobili reati, serva al meno di monito per tutte quelle persone che pensano e credono di potere rimanere oneste frequentando cattive compagnie, presto o tardi verranno manipolati e trascinati dentro le loro vite illegali.
Le cattive compagnie vanno da subito allontanate, sin dal primo presagio che conducono un esistenza illegale, prima che non si finisce plagiati e manipolati, perciò ridotti a zombie, non più in grado di reagire e portarsi fuori dalla melma illegale.