Autore Topic: L'attentato a da bedda panchina bianca della Contea della Vardia  (Letto 4339 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Ricu Tummau da Naca

  • Nuovo arrivato
  • *
  • Post: 5
Hanno deturpato la mia contea, non glielo perdonerò mai!
Io Ricu Tummau da Naca, Conte del nobile casato dei sciuscialuori della Contea della Vardia  e dio mi è testimone  laverò col sangue l'affronto che ha subito la panchina della mia Contea.

Tutto avrei potuto perdonare, e tutti avrei potuto perdonare ma questo affronto lo laverò col sangue!

Avrebbero potuto investire la zoccola di mia moglie e la mar-emma maiala della mia figliola, li avrei perdonati, (per quel che contano per me) ma la panchina della Vardia, no....va vendicata!


Incidente?!  si!!!   Che siamo tutti rincoglioniti come la forza delle orine locali !
Il Comandante  Blatta dei canibinieri dice che la signora alla guida  della sua auto  proveniente dal bar  gli si è bloccato l'accelleratore ed ha investito l'auto che scendeva dalla via 10 Agosto ......gli si è bloccata così tanto l'accelleratore che è salita sulla mia panchina attraversando tutto un marciapiede.... non ho pace, da bedda panchina di marmu!  

Ero tranquillo quella sera, morte buttana a quella guidatrice infame, stavo passeggiando per le vie della mia Contea, fiero ed orgoglioso delle mie panchine, che tutti i giorni dopo aver fatto il bidet con la lingua al Capitano dei Canibinieri Naro Mocio, Duca del nobile casato dei Mop, andavo sempre con la lingua a smacchiarle da polvere e macchioline, quelle panchine sono tutto il mio orgoglio, fu proprio mio nonno in persona a rubarle anni fa ad altre contee!!!!

Avevo appena salutato il fidanzato dell'attentatrice della mia panchina, stava proprio li il fidanzato della donna che guidava l'auto maledetta, a ridosso della mia bedda panchina, e meno male che si è spostato subito, quando si è visto l'auto addosso, se lo prendeva, quella cornuta, mi macchiava la mia candida panchina di sangue, non sarei sopravvissuto  alla mia panchina insozzata di sangue.  Un morto nella mia bedda marmorea panchina?!  sarei morto d'infarto!
Vi pare giusto che il suo fidanzato ha 2 zite e lei cerca d'ammazzarlo giusto a ridosso della mia panchina?
Ma quante storie  che si fanno per due corna, e nel mezzo ci vanno gli innocenti: le mie bedde panchine bianche! Morte Buttana!

Mi aspetto solo adesso dalle forze dell'orine locali, dal Comandante Blatta, che si faccia giustizia alla mia  bedda panchina. Intanto che si titoli subito la piazza ad essa- Piazza A Bedda  Panchina-  e in memoria una targhetta di bronzo affinche nessuno dimentichi:

"A bedda panchina bianca,  caduta da eroina, per mano di una cornuta inferocita, che decise di lavar col sangue le sue corna  cercando di investire il suo zito. Morte Buttana"