Autore Topic: Signora Cinese adotta 1500 cani e 200 gatti  (Letto 1218 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Ibleonet

  • Amministratore
  • *****
  • Post: 2306
Signora Cinese adotta 1500 cani e 200 gatti
« il: 29 Agosto 2011, 01:59:31 »
Chi non ricorda il celebre cartone animato della Disney la carica dei 101? L’allegria di quella allegra brigata di Dalmata era così coinvolgente che adottare cani divenne il sogno di molti, bambini e adulti. Ma la signora cinese Ha Wenjin, un’appassionata di animali, ha davvero superato ogni immaginazione: gli animali che è stata capace di adottare sono infatti 1700, di cui 1500 cani e 200 gatti. La notizia è stata resa nota da vari settimanali britannici, che di recente hanno svelato la passione della donna cinese al mondo e tutti i problemi che adesso si sta trovando ad affrontare di fronte al governo del suo paese.

La signora afferma di aver iniziato ad aiutare i cani randagi nel tempo libero, ma a poco a poco il numero è andato aumentando considerevolmente e quindi ha deciso addirittura di lasciare il proprio lavoro, per dedicarsi esclusivamente a questa passione smodata. Ha Wenjin ha successivamente anche dovuto assumere 10 dipendenti per occuparsi dei cani e 2 per i gatti, ai quali si aggiungono un buon numero di volontari che la aiutano quando possono.
Ma proprio il mese scorso alcuni ufficiali del governo cinese hanno dichiarato che la fattoria sarebbe abusiva, reclamando il terreno sul quale è edificata. La vivace cinofila non si è comunque disperata, e grazie all’aiuto di alcuni volontari, sta già cercando un altro terreno dove ospitare i suoi amati amici a quattro zampe. Imprescindibile la distanza del terreno dai centri abitati, nonostate i cani, assicura la proprietaria, siano tutti docili e non mordano. Ma l’abbaiare di più di 1000 bestiole potrebbe effettivamente infastidire un po’ i vicini, specie durante la notte.
Secondo la rivista ‘Life Magazine’, per mantenere tutti gli animali, sarebbero necessari non meno di 37 mila dollari all’anno e la signora non è certo ricca. Ha Wenjiin non conferma né smentisce, ma si limita a ringraziare i tantissimi amanti degli animali, anche stranieri, che l’aiutano soprattutto attraverso donazioni di cibo e denaro. Senza maledire, aggiungiamo noi, chi questi animali li abbandona.