Autore Topic: Obbligo catene a bordo interessate anche le strade per GIARRATANA e Monterosso  (Letto 1141 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Ibleonet

  • Amministratore
  • *****
  • Post: 2306
E una vera e propria corsa al kit catene. Soprattutto da parte dei pendolari che quotidianamente viaggiano sulla strada per Ragusa e per Catania.
L'Anas non ha voluto sentire ragione e non ha fatto alcun passo indietro. Il compartimento di Catania ha affidato a un laconico comunicato stampa la conferma dell'obbligo delle catene a bordo o in alternativa pneumatici da neve per il periodo dal 15 dicembre al 15 marzo.

La motivazione dell'Anas si fonda sulla constatazione che il rischio neve in alcune strade della provincia esiste e lo provano le nevicate dello scorso febbraio tra Ragusa, Giarratana e Monterosso. Agli automobilisti dunque non resta molto da scegliere per evitare 80 euro di contravvenzione e tre punti di decurtazione nella patente; bisogna correre ai ripari ed attrezzarsi perch sar  ormai difficile che Polstrada e forze dell'ordine che tengono le arterie provinciali sotto controllo chiudano un occhio come hanno fatto finora attendendo la risposta dell'Anas alla richiesta avanzata dal prefetto di una sospensiva o di una modifica del provvedimento.

L'appello del prefetto Giovanna Cagliostro, che aveva interpretato il malessere ma anche la rabbia degli automobilisti, caduto nel vuoto e l'Anas ha badato a fare i propri interessi per tutelarsi in caso di incidenti dovuti al manto stradale ghiacciato o innevato. Se infatti non fossero stati apposti i cartelli indicanti l'obbligo delle catene gli automobilisti avrebbero potuto, come successo gi  in qualche occasione ricorrere al giudice di pace ed ottenere la compensazione delle spese per non essere stati messi in allarme. Con i cartelli l'Anas si mette al riparo da ogni contestazione e tocca all'utente della strada provvedere al meglio.

 Da una stima approssimativa l'acquisto del kit catene muovere  qualcosa come un milione di euro visto che il costo del kit si aggira sui 50 euro e gli automobilisti interessati sono almeno 200 mila su una popolazione residente di oltre 300 mila persone. Un modo per muovere l'economia in tempi di crisi avranno pensato i dirigenti dell'Anas, ma fatto sta che il provvedimento vissuto con indignazione e come ulteriore segno di vessazione contro una provincia dove il sistema viario in cura all'Anas non di primo livello e spesso trascurato.

L'obbligo delle catene dunque vigente dal km 1 della Ragusa Catania, da contrada Castiglione in uscita dal capoluogo fino al bivio per Monterosso, e per 4 km dopo Vizzini scalo per un totale di 40 km. Altro tratto e la Ragusa Modica (sia sulla 115 che sulla 514). Altri tratti sono le strade interne che da Ragusa portano a Giarratana e a Monterosso.