Autore Topic: Giarratana: studenti del Capuana hanno realizzato presepe ambientato in Africa  (Letto 820 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Ibleonet

  • Amministratore
  • *****
  • Post: 2306
Giarratana – Gli studenti dell’Istituto Comprensivo “L. Capuana” diretto dal Dirigente Claudio Linguanti hanno realizzato il progetto “Natale” proposto allo scopo di allestire un presepe per la scuola Secondaria di I Grado e come spunto di riflessione nei confronti di alcune realtà che si vivono in Africa. L’idea è nata dall’insegnante Adriana Stella che è stata sensibilizzata dalla presenza di Padre David, un missionario del Preziosissimo Sangue, ospite in casa sua. Da questo incontro è scaturito da parte dell’insegnante l’interesse nei riguardi dello sfruttamento di terre africane.


Da qui la decisione di realizzare un presepe a tema, ambientato in Africa e accompagnato da alcuni cartelloni esplicativi. La realizzazione del presepe si deve all’impegno di 12 ragazzi di tutte le classi della scuola Secondaria di I Grado della scuola di Giarratana. Essi hanno realizzato i pastori con fil di ferro, ovatta, stoffa e collant, vestiti con carta colorata modellabile, aggiungendo capelli di ciniglia. Le case sono state realizzate con polistirolo e gesso, colorate con tempera e rifinite con paglia. Il tradizionale cielo stellato è stato sostituito da un cielo dal caldo colore del tramonto.
Accanto al presepe è stata allestita dagli alunni di terza media un’ esposizione di cartelloni esplicativi, con la cartina dell’Africa e una leggenda dei luoghi interessati che riguardano le seguenti problematiche: estrazione del tantalio, uranio, coltan, columbite, di oro e diamanti, commercio di avorio.
L’intento del progetto è stato quello di far riflettere sulle condizioni di ricchezza del suolo e non solo di Paesi che sono invece sfruttati dalle multinazionali e che continuano a rimanere poveri, fino a morire per la fame, arricchendo chi approfitta dell’incapacità o dell’impossibilità altrui di migliorarsi e svilupparsi secondo le proprie potenzialità. I lavori di gruppo sono stati guidati dagli insegnanti Giunta Salvatore e Battaglia Licia, i quali hanno coadiuvato l’insegnante Stella Adriana che ha curato il progetto.