Autore Topic: Cavalleria Rusticana a Ragusa:botte da orbi; avevano sdisonorato la sua ex donna  (Letto 865 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Ibleonet

  • Amministratore
  • *****
  • Post: 2306
Una brutta storia con tanto di prologo due mesi fa quando chi è finito in manette, aveva pensato di ‘avvertire’ quella che poi sarebbe stata la loro vittima: quella volta l’avvertimento era stato solo orale. Sabato scorso, invece, si è passati alle vie di fatto. Una storia raccontata stamattina in conferenza stampa alla Questura. Scene da ‘cavalleria rusticana’ -come si usa dire in queste circostanze- quelle di sabato sera a Ragusa, con la vittima di un pestaggio, finito in ospedale con una prognosi di trenta giorni. E’ un impiegato di 48 anni accusato da chi l’ha picchiato, di avere avuto una relazione extraconiugale con la ex convivente di uno dei due, Massimo Blanco 32 anni, arrestato assieme a Giuseppe Occhipinti, 30 anni, fratello della donna ‘pomo’ della vioenta discordia. Via Ciullo d'Alcamo, a Ragusa il luogo del pestaggio, dove il 48enne era andato insieme alla moglie per pranzare in un locale insieme ad altri amici.

I due aggressori si erano presentati senza invito ed hanno subito fatto capire che le loro intenzioni erano ben diverse dagli altri commensali. L'organizzatore della festa ha chiesto loro di andar via ed i due si sono allontanati di alcuni metri, non prima di avere sgonfiato una delle ruote dell'auto della vittima.

Quando il 48enne è uscito insieme alla moglie, i due li hanno seguiti sino a casa dove hanno picchiato il 48enne, infierendo con calci e pugni anche quando era riverso a terra privo di sensi. Secondo quanto hanno raccontato gli inquirenti, i due hanno anche schernito la figlia del 48enne chiedendole se fosse di suo gradimento il volto del padre così com'era stato conciato.

Chi ha assistito alla scena ha chiamato la polizia che, sulla base del racconto della moglie della vittima e dell'altro testimone è risalita ai due aggressori dopo meno di un'ora. L'accusa è di concorso in lesioni pluriaggravate.
La vittima ha detto ai poliziotti di conoscere la ex convivente di Occhipinti ma anche di non avere avuto relazioni con lei.