Autore Topic: 8 SETTEMBRE 1943- PER NON DIMENTICARE LA STRAGE RAZZISTA A ROMA  (Letto 1383 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Ibleonet

  • Amministratore
  • *****
  • Post: 2306
Battaglia di Porta San Paolo, 8 settembre 1943. In questo giorno ricorre il 68° anniversario della Difesa di Roma. Tutti gli anni l’evento viene ricordato con una cerimonia commemorativa, con deposizione di corone ai caduti, a cui partecipano personalità del mondo politico, istituzionale e dell’esercito.
 
La manifestazione avrà luogo a partire dalle ore 9,45, nella zona compresa fra piazza di Porta San Paolo e viale del Campo Boario. L’8 settembre ricorre la data dell’armistizio firmato fra le forze alleate angloamericane e le forze italiane. Nella capitale, la Divisione dei Granatieri di Sardegna e i Lancieri di Montebello, con il rinforzo di altri reparti, cercarono di contrastare le truppe tedesche, con enorme spargimento di sangue.
 
Ebbe inizio una dura battaglia, durata una settimana, fino al 14 settembre. Aspri combattimenti nei quali morirono circa 400 civili tra cui 43 donne. Durante la lotta moriva colpito da una scheggia anche Raffaele Persichetti, professore di storia dell'arte al liceo classico Visconti, che rappresenterà la prima medaglia d'oro della Resistenza. In città rivivono personaggi e fatti storici con una serie di iniziative.
 
E’ un modo per ricordare la prima strage nazista a Roma e il sacrificio di numerosi soldati e civili che tentarono di riscattare la dignità italiana sulle strade di Roma. Due visite sono d’obbligo. La prima è al Museo della Battaglia di Porta San Paolo, luogo simbolico, situato all’interno della Porta Romana e dedicato alla gloria dei valorosi caduti che vi si immolarono, per difendere la loro città. La seconda al Museo dei Granatieri, in piazza Santa Croce in Gerusalemme, per riscoprire i cimeli di allora, divise, copricapi e ricostruzioni di trincee in scala.