Autore Topic: Natale in carcere: 20 detenuti di Cavadonna hanno costruito a mano un presepe  (Letto 1259 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Ibleonet

  • Amministratore
  • *****
  • Post: 2306


Venti detenuti del penitenziario di Cavadonna hanno realizzato un presepio posto all’ingresso della Casa Circondariale aretusea.
Il presepe, di legno decorato, è stato interamente costruito a mano con un lavoro meticoloso ed è stato inserito all’interno di un corso per falegnameria realizzato nell’ambito del progetto “liberamente”, finanziato dall’assessorato regionale alla famiglia e nato dalla sinergia del Consorzio Quark, dell’Area Marina Protetta del Plemmirio di Siracusa e dalla delegazione di Agrigento di Marevivo.
"Il presepe – afferma la direttrice del penitenziario “Cavadonna”, Paola Gianì – rappresenta un pezzo di vita siciliana, trovo particolarmente significativo che accompagni visivamente i familiari dei detenuti nel percorso all’interno del carcere, quando vengono in visita ai loro cari.
Il presepe rappresenta la rinascita e pertanto mi sembra uno splendido auspicio per il loro futuro reinserimento in società, un messaggio di speranza che coincide con le nuove misure del Governo di grande attenzione alle problematiche degli Istituti detentivi".
I detenuti selezionati per il progetto, che ha suscitato interesse nazionale, concluderanno il loro percorso formativo, iniziato a settembre del 2010, nell’aprile del nuovo anno.
Soddisfazione per i “risultati oltre le aspettative” esprime la direttrice del corso Concetta Carbone, "I detenuti che hanno preso parte a “liberamente” – afferma – hanno mostrato entusiasmo e partecipazione lungo tutto il percorso formativo e hanno acquisito capacità professionali spendibili una volta terminata la loro pena detentiva".